Quando è ammesso il Superbonus 110 sugli immobili abusivi?

Quando è ammesso il Superbonus 110 sugli immobili abusivi?

Nuovi chiarimenti dal Mef sulla possibilità di usufruire del superbonus 110 immobili abusivi

Home » Quando è ammesso il Superbonus 110 sugli immobili abusivi?

 

Una delle domande principali, che probabilmente ti sarai posto anche tu, è la seguente: “Il Superbonus 110 può essere usufruito dagli immobili abusivi?“.

Fin dall’approvazione del DL Rilancio, in effetti, i dubbi in merito erano moltissimi. I fabbricati realizzati senza permesso di costruire oppure con difformità essenziali, possono fruire della maxi-detrazione oppure no?

Finalmente, dopo circa un anno e mezzo dalla sua approvazione, il Mef è intervenuto sulla questione fornendo una risposta definitiva il merito al superbonus 110 immobili abusivi. In particolare, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha precisato che è possibile ottenere il Superbonus 110% anche per i lavori edilizi agevolati da eseguire sugli immobili abusivi, ma a precise condizioni.

Il Superbonus 110 può quindi essere fruito anche dagli immobili abusivi anche se, in questo caso, l’abuso compiuto in precedenza rimane tale ed è pertanto passibile di sanzione. Il Superbonus 110 immobili abusivi quindi non permette di ottenere la sanatoria anche se di fatto, per questa volta, chiude un occhio e permette di ottenere almeno l’agevolazione fiscale.

Superbonus 110 immobili abusivi: quando è ammesso?

Come abbiamo appena riportato, il superbonus 110 su immobili abusivi è ammesso. In particolare, gli immobili che possono beneficiare della maxi-detrazione fiscale sono quelli che presentano:

  • irregolarità urbanistiche o edilizie di vario genere (ad esempio la costruzione in assenza del titolo necessario);
  • difformità essenziali dal titolo necessario alla costruzione;
  • incongruenze e difformità dalle prescrizioni contenute nei piani regolatori comunali.

I fabbricati che risultano nelle casistiche elencate precedentemente integrano di fatto un abuso edilizio. L’abuso è comunque vietato dalla legge pertanto è passibile di sanzioni amministrative o penali oltre che, nei casi più estremi, della demolizione della costruzione interamente abusiva o quantomeno della sua parte irregolare. Per approfondire questo ultimo aspetto clicca qui!

Come usufruire del Superbonus 110 immobili abusivi?

Il via libera al superbonus 110 immobili abusivi è arrivato dal Mef dopo che un’interrogazione avanzata in Commissione Parlamentare. La risposta del Mef sostanzialmente precisa che il Superbonus è consentito in tutti i casi e pertanto non è precluso agli immobili abusivi. Il Ministero ha comunque stabilito che nei prossimi giorni, l’Agenzia delle Entrate pubblicherà una circolare il cui scopo sarà quello di chiarire i dubbi sul tema.

La risposta del Mef sulla possibilità di fruire del Superbonus 110 immobili abusivi ruota attorno alla “nuova Cila”(Comunicazione inizio lavori asseverati, redatta nel formato specifico per il Superbonus 110% ex Cilas). Questa “nuova Cila” infatti deve essere redatta dal “tecnico progettista abilitato” e soprattutto, “non prevede l’attestazione dello stato legittimo dell’immobile”. Pertanto l’architetto o il geometra che redigono la “nuova Cila” non devono dichiarare lo stato di legittimità dell’immobile.

E’ quindi per questo motivo che viene riconosciuto il superbonus 110 immobili abusivi: l’assenza dell’informazione riguardante lo stato di legittimità dell’immobile non è infatti ostativa al riconoscimento della maxi-detrazione. Come ha quindi specificato il sottosegretario Alessandra Sartore, in materia di superbonus, l’aspetto fiscale viene separato da quello sulla regolarità edilizia.

Cosa deve contenere il Modulo Cilas per il  Superbonus 110%?

Le ultime modifiche apportate nel 2021 dal Decreto Semplificazioni bis alla normativa del Superbonus stabiliscono che i lavori di riqualificazione energetica previsti nel Superbonus possono essere realizzati previa presentazione Comunicazione di inizio lavori asseverata per il Superbonus. La “nuova Cilas” è però diversa da quella vecchia visto che non richiede di inserire l’attestazione di stato legittimo dell’immobile.

L’ottenimento del superbonus 110 immobili abusivi comunque non pregiudica le prerogative di controllo delle pubbliche amministrazioni dei comuni. L’abuso in essere rimane infatti tale e non viene sanato usufruendo della detrazione. Il responsabile degli abusi quindi, rimane soggetto a tutte le sanzioni, amministrative, penali e pecuniarie previste. Tra queste sanzioni inoltre rientra anche la demolizione dell’opera realizzata o della parte oggetto di abusi edilizi.

Vuoi conoscere le condizioni ed i requisiti per ottenere l’agevolazione fiscale?

Compila con i tuoi dati il modulo qui di seguito e leggi la nostra “Guida al Superbonus 110%”.

#gates-custom-616a11b1a532f h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-616a11b1a532f h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-616a11b1a532f h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Scarica la nostra guida gratuita sul Superbonus 110%!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla chat
Hai bisogno di aiuto?
Benvenuto in Valore Energia
Ciao,
Come possiamo aiutarti?