Superbonus anche per i sistemi ventilazione antimuffa

Superbonus anche per i sistemi ventilazione antimuffa

I sistemi ventilazione antimuffa possono rientrare fra le detrazioni previste dal Superbonus 110 come riportato dalle FAQ Enea

Home » Superbonus anche per i sistemi ventilazione antimuffa

 

L’Enea ha rilasciato una nuova FAQ sul Superbonus all’interno del proprio portale che riguarda proprio i sistemi ventilazione antimuffa. Da quanto emerge da questa FAQ sembrerebbe che l’installazione di questo tipo di sistemi di ventilazione meccanica rientri fra le spese ammissibili al superbonus 110%.

Da quanto si apprende da questa FAQ, i sistemi di Ventilazione Meccanica Controllata possono accedere alla maxi-detrazione del 110% in relazione alla sostituzione di un impianto di climatizzazione invernale con un impianto con fluido termovettore ad aria strettamente integrato al nuovo VMC. Proprio in questa tipologia di intervento rientrerebbe quindi l’installazione di un sistema di ventilazione antimuffa. Ma le belle notizie non finiscono di certo qui.

In questa nuova FAQ dell’Agenzia delle entrate si fa anche riferimento al fatto che i sistemi di VMC farebbero direttamente parte dell’impianto di climatizzazione invernale. Pertanto ad essi si potrebbero applicare gli stessi limiti di spesa, detrazione e costo specifico previsto per gli impianti di climatizzazione.

Vediamo quando abbiamo appena espresso più in dettaglio nel corso di questo approfondimento.

La normativa del Superbonus: interventi trainanti e trainati

Il superbonus ha introdotto, grazie all’art. 119 del DL Rilancio, una maxi-detrazione fiscale del 110% per alcuni interventi di riqualificazione energetica ed antisismica effettuati su immobili residenziali. In particolare, gli interventi agevolati dalla normativa, sono suddivisi in due categorie: interventi trainanti e trainati.

Gli interventi trainanti sono seguenti:

  • isolamento termico sugli involucri degli edifici;
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti;
  • interventi di miglioramento antisismico.

Con interventi trainati invece vengono indicati tutti quegli interventi che devono essere svolti in concomitanza a quelli trainanti per aver accesso alla detrazione. Si tratta sostanzialmente dei seguenti tipi di interventi:

  • gli interventi rientranti nell’eco bonus ordinario;
  • installazione di impianti solari fotovoltaici;
  • colonnine di ricarica la ricarica per veicoli elettrici.

Gli interventi trainanti e trainati devono, nel loro complesso, assicurare il miglioramento di due classi energetiche dell’edificio su cui vengono effettuati. Se ciò non è possibile deve essere comunque assicurato il raggiungimento della classe energetica più alta.

L’installazione dei sistemi ventilazione antimuffa

La nuova FAQ pubblicato sul sito dell’ENEA, l’ Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, come abbiamo già avuto modo di accennare, ha esaminato la possibilità di fruire del superbonus 110% per gli interventi di installazione di sistemi ventilazione antimuffa. Viene subito precisato però che questo tipo di intervento deve essere in stretta relazione con altri interventi di coibentazione delle superfici opache oppure alla sostituzione del generatore di calore.

In particolare, sugli interventi di coibentazione, nella stessa FAQ ENEA viene specificato che:

“nel caso di interventi di isolamento termico delle superfici opache disperdenti, si rappresenta quanto segue: in via preliminare si ricorda che, ai sensi del paragrafo 2.3, punto 2, dell’Allegato 1 al Decreto interministeriale 26 giugno 2015 (c.d. Decreto Requisiti Minimi), nel caso di nuova costruzione, o di edifici sottoposti a ristrutturazioni importanti o a riqualificazioni energetica, ed in particolare qualora si realizzino interventi che riguardino le strutture opache delimitanti il volume climatizzato verso l’esterno, è necessario procedere alla verifica dell’assenza di rischio di formazione di muffe e di condensazioni interstiziali, in conformità alla UNI EN ISO 13788. Si ritiene tuttavia che, qualora, pur considerando il numero di ricambi d’aria naturale previsto dalla norma UNI-TS 11300-1 e provvedendo per quanto possibile alla correzione dei ponti termici, possa permanere il pericolo di formazione di muffe o condense in corrispondenza di essi, i sistemi di VMC rappresentino una valida soluzione tecnica.”

Ulteriori precisazioni sui sistemi di ventilazione antimuffa

Esaminando quanto abbiamo appena riportato, l’Enea ritiene quindi che per gli interventi di installazione di un sistema di ventilazione antimuffa, si possa accedere alle detrazioni fiscali se questi interventi sono:

  • realizzati congiuntamente agli interventi di coibentazione delle superfici opache,
  • nei limiti di spesa, detrazione e costo specifico a quest’ultimi riservati.

Quindi è importante far emergere che il sistema di ventilazione antimuffa sia l’unica soluzione praticabile per garantire l’assenza di muffe o condense interstiziali. Per questo motivo è necessario che il tecnico, assieme all’asseverazione, deve allegare una relazione tecnica dalla quale emerga la sussistenza di detto presupposto. Sarà infatti tale relazione a certificare che il sistema di ventilazione antimuffa sia la soluzione migliore rispetto alla alla massima correzione dei ponti termici possibile calcolato come nella ipotesi prevista in precedenza.

Sostituzione dell’impianto di climatizzazione e installazione di un sistema di VMC

I sistemi di VMC antimuffa possono pertanto accedere alle citate detrazioni fiscali anche nel caso in cui siano associati ad un intervento di sostituzione di un impianto di climatizzazione invernale. Esso dovrà essere sostituito però con un impianto con fluido termovettore ad aria che dovrà essere strettamente integrato al sistema di ventilazione antimuffa. In tal caso quindi saranno verificate le seguenti condizioni:

  • i sistemi di ventilazione a meccanica controllata risultano parte integrante dell’impianto di climatizzazione invernale;
  • ai sistemi VMC si applicheranno i medesimi limiti di spesa, detrazione e costo specifico per i citati impianti.

Inoltre, il sistema di ventilazione antimuffa che verrà installato nel corso degli interventi dovrà garantire un risparmio energetico. Per provare questo risparmio sarà necessario che un tecnico abilitato produca un’apposita asseverazione. 

#gates-custom-616a086243341 h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-616a086243341 h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-616a086243341 h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Scarica la nostra guida gratuita sul Superbonus 110%!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla chat
Hai bisogno di aiuto?
Benvenuto in Valore Energia
Ciao,
Come possiamo aiutarti?