Il fotovoltaico nel 2022 conviene ancora?

Il fotovoltaico nel 2022 conviene ancora?

Fotovoltaico 2022: è ancora conveniente installare pannelli solari oppure no?

Home » Il fotovoltaico nel 2022 conviene ancora?

 

Fino a qualche tempo fa, il business del fotovoltaico è stato fiorentissimo. Moduli fotovoltaici spuntavano un po’ ovunque su tetti, giardini e campi che prima erano destinati all’agricoltura. D’altronde era davvero facile e conveniente guadagnare grazie alle energie rinnovabili soprattutto per quanto riguarda il fotovoltaico su terreno. Una convenienza che non si limitava semplicemente all’investire dei risparmi, ma che poteva essere tale anche ricorrendo a dei mutui per l’acquisto degli impianti.

Tutto questo meccanismo era sostenuto dall’oramai quasi dimenticato, sistema del “Conto Energia”. Sostanzialmente questo sistema prevedeva una remunerazione per l’energia elettrica prodotta dall’impianto della durata di 20 anni.

Questo sistema è però giunto al capolinea oramai quasi 10 anni fa. Nel luglio 2013 infatti sono terminati gli ultimi 6,7 miliardi di euro messi a disposizione dal governo per questa iniziativa. Da allora possiamo affermare che il fotovoltaico ha camminato praticamente da solo, fatta eccezione per dei piccoli aiuti, poi potenziati, che di certo non possono essere paragonati agli incentivi precedenti.

Ma allora il fotovoltaico 2022 conviene ancora oppure no? E’ ancora un affare installare dei moduli fotovoltaici nel 2022?

Proviamo però a mettere da parte, almeno per il momento, la sensibilità ecologica, un fattore che sicuramente possiamo tutelare ricorrendo al fotovoltaico dal momento che produrre energia significa abbattere le immissioni di CO2. In questo approfondimento ci concentreremo soprattutto sulla convenienza degli impianti fotovoltaici 2022 cercando anche di estrapolare informazioni come in quanto tempo si può rientrare dell’investimento iniziale.

Quando il fotovoltaico 2022 conviene?

Il fotovoltaico 2022 è sempre un investimento conveniente.

Se analizziamo la situazione infatti possiamo scoprire come i prezzi dei pannelli fotovoltaici si siano abbassati moltissimo in questi anni, ciò facilità la riduzione dei tempi di rientro dall’investimento. Ovviamente la convenienza di un impianto fotovoltaico 2022 dipende anche dalla superficie a disposizione per installare i pannelli fotovoltaici. Se disponi di una superficie più grande e possibilmente ben esposta ai raggi solari durante l’arco della giornata sarai sicuramente più avvantaggiato rispetto a chi non può disporre di questi fattori.

Quando invece non conviene?

L’investimento in un impianto fotovoltaico non è propriamente leggero. Come tale quindi necessita di essere ammortizzato nel corso del tempo tramite il risparmio ottenuto nelle bollette dell’elettricità. Ciò significa che se i tuoi consumi elettrici sono particolarmente bassi, i tempi di rientro dal tuo investimento si allungherebbero parecchio.

Il fotovoltaico 2022 potrebbe non convenire anche nel caso in cui tu decida di installare un nuovo impianto decida di detrarre il 50% della spesa in dichiarazione dei redditi nei successivi 10 anni senza avere abbastanza capienza fiscale per farlo.

Inoltre, prima di installare un impianto fotovoltaico dovresti anche valutare anche la spesa iniziale da sostenere per installare questi impianti. Ad esempio, installandoli sul tetto, potrebbe essere necessario anche realizzare delle opere edilizie che potrebbero innalzare questi costi iniziali rendendo non più conveniente installare l’impianto.

Quanto dobbiamo investire per fare in modo che il fotovoltaico 2022 sia conveniente?

Proviamo ad analizzare le spese cui potresti andare in contro se deciderai di installare un fotovoltaico 2022. Tranquillo, rispetto a diversi anni fa, i prezzi dei moduli fotovoltaici sono calati tantissimo. Se 10 anni fa per produrre 1 Kilowatt di potenza spendevamo 6-7000 euro, oggi la spesa ammonta a circa un terzo di quella prevista qualche anno fa.

Proseguendo il nostro ragionamento, un sistema fotovoltaico da 3Kwp costa circa 6-7000 euro.

A questo appena riportato, dovresti però aggiungere altre considerazioni. Difficilmente un impianto da 3 Kwp è in grado di soddisfare i tuoi fabbisogni energetici nell’arco della giornata, meglio allora optare per più potenza ed abbinarci anche una batteria di accumulo. In ogni caso, non preoccuparti, esistono delle detrazioni fiscali per gli impianti fotovoltaici 2022 in grado di farti risparmiare il 50% della spesa come queste qui.

Si può guadagnare grazie al fotovoltaico?

Come abbiamo avuto modo di anticipare, c’è un sistema di detrazioni fiscali che permette di abbattere la spesa per l’investimento iniziale, i cosiddetti ecobonus, che oramai va avanti a suon di proroghe. Recentemente è infatti stata posticipata la scadenza di questi ecobonus al 50% per il fotovoltaico 2022, fino al 2024.

Questi ecobonus sono applicabili per impianti fotovoltaici fino al 20 Kw. Non sono previsti degli interventi edilizi da sostenere per l’installazione degli impianti anche se l’impianto può accedere alla detrazione solo se serve a produrre elettricità destinata al consumo degli elettrodomestici della tua abitazione.

Avere accesso ad una detrazione fiscale del 50% significa che, se prevedi di spendere 10.000 euro per l’installazione di un impianto, allora potresti detrarre 5.000 euro dalla dichiarazione dei redditi. Se sceglierei di optare per questa soluzione potrai detrarre questa cifra tramite 10 importi di pari valore da distribuire nei 10 anni successivi. In alternativa potresti però optare per la cessione del credito e lo sconto in fattura. In questo modo non dovrai aspettare 10 anni per usufruire della detrazione ma potresti usufruire di uno sconto di pari valore alla detrazione immediatamente spendendo di fatto la metà.

Grazie al meccanismo dello “scambio sul posto” invece potresti cedere l’energia che riusciresti a consumare durante il giorno al gestore del servizio energetico. Costui infatti potrà rivendere questa energia ai privati lucrandoci sopra e riconoscendo dei vantaggi economici, come ad esempio dei crediti per l’acquisto di energia elettrica durante la notte.

Infine, dopo l’approvazione del Decreto Red II, oggi è possibile anche installare un impianto fotovoltaico ed entrare a far parte di una comunità energetica (approfondiamo il discorso qui). In questo modo, associandoti insieme ad altri soggetti, sia produttori che consumatori di energia, potresti non prelevare più, o comunque prelevare in maniera molto minore energia dalla rete elettrica nazionale. Avrai quindi diritto a delle tariffe agevolate per il consumo dell’energia condivisa all’interno della comunità energetica. Tariffe che, nel caso possedessi un impianto fotovoltaico, saranno migliori rispetto a quelle applicate ai soggetti consumatori.

Fotovoltaico 2022 pro e contro

Lo scorso autunno sono stati annunciati dei rincari sulle bollette elettriche. Rincari che con il passaggio al nuovo anno si sono verificati in maniera ancora maggiore rispetto a quanto previsto: l’elettricità è infatti aumentata del 50%.

In questo contesto è evidente come il fotovoltaico, nel 2022 sia ancora più vantaggioso dal momento che ti permette di metterti al riparo dai rincari dei costi energetici. Producendo tu stesso l’elettricità di cui hai bisogno infatti non avrai necessità di ricorrere a quella del sistema elettrico di distribuzione nazionale ottenendo dei notevoli risparmi.

I contro invece riguardano il meccanismo dello scambio sul posto. Se è vero che potete cedere al gestore l’energia che non consumate, è altrettanto vero che il gestore ve la pagherà molto poco. Nella pratica riuscirete a ridurre di un terzo la tariffa a cui acquistate l’energia elettrica dal vostro distributore di notte, niente di più. In sostanza dovrete quindi cercare di consumare il più possibile l’elettricità durante il giorno, cosa non sempre facile visti i ritmi lavorativi odierni che la società ci impone. Certo, la situazione potrebbe cambiare qualora vi dotaste di un sistema di accumulo di energia, ma in questo caso dovrete essere disposti ad effettuare un nuovo investimento.

Quanta elettricità possiamo produrre durante l’anno?

Un impianto fotovoltaico ben esposto, ovvero verso sud con inclinazione dei moduli di 30° può produrre circa 1500 kW per kw di potenza l’anno al sud Italia, 1300 al centro Italia è 1200 al nord Italia. Ovviamente si tratta di dati medi, dipende dall’annata di sole che abbiamo sul nostro paese, dalla qualità dei moduli, dall’inclinazione degli stessi.

Se consideri che ogni kilowatt di elettricità che acquisti costa in bolletta circa € 0,25 puoi tranquillamente calcolare il tuo risparmio su base annuale.

Quanto Risparmio con il fotovoltaico 2022?

Per calcolare il risparmio che potresti ottenere con il fotovoltaico 2022 basta eseguire un semplice calcolo. Recupera le tue bollette e calcola quanto hai consumato nel corso dell’anno scorso in termini di assorbimento energetico e di costi.

In media, un famiglia di 3-4 persone consuma circa 4000 kilowatt l’anno, per un costo totale di 1000-1200 euro. Con un impianto medio da 3 Kw in grado di produrre 3000 kwh annuali quindi, potresti risparmiare 750 €. Una cifra considerevole che rappresenta quasi i due terzi della spesa cui saresti andato incontro normalmente.

Il risparmio può senza dubbio essere maggiore qualora decidessi di installare anche un sistema di accumulo di energia ed ancora maggiore qualora entrassi a far parte di una Comunità energetica.

Quale potenza deve avere un impianto fotovoltaico?

Per capire quanta potenza dovrebbe avere il tuo impianto fotovoltaico 2022 la prima cosa da fare è dare un’occhiata alle tue bollette e sommare tutti i kilowatt che hai consumato nei 12 mesi precedenti. Ipotizziamo che il fabbisogno energetico della tua famiglia si aggiri intorno ai 3.500 kW l’anno.

Con un impianto da 3kWp potresti riuscire a risparmiare dai 600 agli 800 euro e quindi rientrare dell’investimento in 8-9 anni. Un tempo relativamente breve se consideri che i pannelli fotovoltaici possono durare anche 30 anni e che la garanzia di norma è di 25 anni sull’80% del rendimento iniziale.

Conclusioni

Il fotovoltaico 2022 conviene. Anche se gli incentivi sono minori rispetto al passato, e comunque un solo impianto fotovoltaico non è in grado di garantirti una totale indipendenza energetica e di azzerare completamente le bollette, rimane comunque un investimento conveniente.

Per richiedere più informazioni sul credito d’imposta imprese non devi far altro che compilare il modulo qui sotto con i tuoi dati!

#gates-custom-633c2552a653d h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-633c2552a653d h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-633c2552a653d h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Compila il form con i tuoi dati!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla chat
Hai bisogno di aiuto?
Benvenuto in Valore Energia
Ciao,
Come possiamo aiutarti?