Integrazione di fotovoltaico e pompa di calore

Integrazione di fotovoltaico e pompa di calore

Come funziona l’integrazione tra fotovoltaico e pompa di calore? Quali sono i vantaggi?

Home » Integrazione di fotovoltaico e pompa di calore

Le varie tipologie di pompe di calore (aria/acqua, terra/acqua, acqua/acqua) stanno riscuotendo sempre più successo per quanto riguarda il riscaldamento, raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria. Un successo che va a discapito dei sistemi che utilizzano combustibili fossili e che pertanto a noi di Valore Energia piace assai.

Mai come in questi ultimi anni infatti c’è una vera e propria esigenza di investire sul risparmio energetico che non può prescindere da un uso sempre più massiccio delle fonti rinnovabili. E’ in questo senso infatti che sono da interpretare i sempre più numerosi incentivi statali come ad esempio il Superbonus 110% o gli Ecobonus al 65% per le pompe di calore o per il fotovoltaico. Esigenza che è dettata non solo dagli incentivi ma anche dalla sempre maggiore consapevolezza dei cambiamenti climatici.

Lo spostamento verso un pianeta sempre più sostenibile sta modificando sostanzialmente la concezione impiantistica che sta andando sempre più verso l’integrazione di più soluzioni differenti tra loro. L’integrazione fra fotovoltaico e pompa di calore ne è un esempio.

Ma perché integrare fotovoltaico e pompa di calore? Quali vantaggi se ne potrebbero ricavare?

Lo abbiamo chiesto ai nostri esperti ed abbiamo raccolto le loro opinioni in questo approfondimento.

Fotovoltaico e pompa di calore

La progettazione di un impianto che integri fotovoltaico e pompa di calore è fondamentale per soddisfare le esigenze dei consumatori di oggi. Costoro infatti ricercano sempre più di trasformare le proprie abitazioni e case in un edificio che produce e consuma quell’ energia che ha prodotto.

Ovviamente progettare un impianto di questo tipo non è affatto semplice visto che sono necessarie delle competenza trasversali. Infatti è necessario conoscere sia la tecnologia fotovoltaica che quella dell’installazione e manutenzione di impianti di riscaldamento. Competenze che ovviamente i nostri tecnici hanno e che mettono a frutto per soddisfare le esigenze dei nostri clienti nella creazione di impianti integrati di fotovoltaico e pompe di calore.

Ma in cosa consiste progettare un impianto integrato fotovoltaico e pompa di calore? Quali sono le fasi da seguire?

Ne parliamo qui di seguito.

Dimensionamento della pompa di calore e dei consumi generali

Quando si deve progettare un impianto integrato fotovoltaico e pompa di calore, la prima cosa da fare, è dimensionare correttamente la PDC elettrica. In questo modo è possibile determinare in maniera teorica i consumi annui considerando anche le temperature esterne della località di progetto.

A questo punto è necessario calcolare i consumi legati all’abitazione in cui andremo ad installare l’impianto integrato. Sommando i consumi di tutte le apparecchiature elettriche che verranno utilizzate quotidianamente ed il consumo stimato della PDC avremo una stima abbastanza affidabile dei consumi elettrici dell’edificio.

Dimensionamento dell’impianto fotovoltaico

Per installare un impianto integrato fotovoltaico con una pompa di calore è quindi necessario come prima cosa avere una stima dei consumi totali dell’abitazione in cui lo installeremo. Ciò è necessario a dimensionare l’impianto fotovoltaico correttamente in modo che possa soddisfare i consumi e far risparmiare il più possibile sui costi elettrici.

I fattori che incidono sul dimensionamento di un fotovoltaico sono i seguenti:;

  • Posizione geografica dell’impianto (latitudine);
  • Superficie a disposizione;
  • Inclinazione dell’impianto (rispetto al piano orizzontale e rispetto al sud geografico);
  • Temperatura ambientale media (anche la temperatura influenza il rendimento di un impianto).

A questo punto dovremo inoltre scegliere, anche in base alle esigenze del cliente, se dotare o meno l’impianto fotovoltaico di una batteria di accumulo o meno.

Nel caso in cui si decida di optare per le batterie è necessario sapere che queste contribuiranno senza dubbio a far risparmiare di più nella bolletta elettrica dal momento che l’energia prodotta in eccesso verrà stoccata per essere riutilizzata nel momento del bisogno. Ovviamente, anche con le batterie di accumulo, l’edificio difficilmente riuscirà ad essere energeticamente indipendente nei mesi più bui e freddi dell’anno, ma il risparmio sarà comunque notevole.

Impianto fotovoltaico con una pompa di calore: tutti i vantaggi

I vantaggi di fotovoltaico e pompa di calore sono sostanzialmente 4, i seguenti:

  • Abbinare un impianto fotovoltaico e pompa di calore ha senza dubbio il grande vantaggio di ridurre i consumi in bolletta. Sarà infatti l’energia elettrica prodotta dai pannelli solari ad alimentare la pompa di calore, pertanto verrà ridotta la quantità di energia che verrà prelevata dalla rete elettrica nazionale.
  • L’integrazione fra i due sistemi permetterà inoltre di trasformare l’impianto e l’edificio in batterie termiche. In sostanza potremo impostare la PDC in modalità comfort, ovvero a temperature più elevate, proprio nel momento in cui il fotovoltaico sarà al massimo nella sua produzione di energia. Ciò favorirà l’accumulo di energia termica per la produzione di acqua calda sanitaria, riscaldamento e raffrescamento.
  • Aumentando la temperatura dell’edificio, di fatto lo caricheremo di energia che rilascerà tanto più lentamente quanto più l’involucro sarà efficace. Si tratta di un’operazione difficile che in ogni caso va coordinata con il cliente finale in modo da essere sicuri di garantirli una una condizione di comfort adeguata senza surriscaldare troppo l’edificio.
  • Abbinare fotovoltaico e pompa di calore in questo caso significa bilanciare la richiesta energetica delle abitazioni attenuando i picchi di richiesta. Picchi che sarebbero imputabili soprattutto alla Pompa di calore viste la sua “fame” di energia elettrica.

Gli svantaggi di abbinare il fotovoltaico con la pompa di calore

Gli svantaggi di un sistema che integra fotovoltaico con una pompa di calore sono… nessuno!

Certo, l’integrazione deve essere fatta in maniera corretta.

Ad esempio bisogna fare attenzione a settare potenza termica erogata dalla pompa di calore in funzione della produzione fotovoltaica. In questo caso infatti si corre il rischio che nei momenti in cui la produzione di energia è scarsa la pompa di calore non sia in grado di garantire il giusto comfort all’utente.

#gates-custom-61503bfd4d902 h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-61503bfd4d902 h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-61503bfd4d902 h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Inserisci i tuoi dati per scoprire tutto sul fotovoltaico 50 %!


Compila il form con i tuoi dati ed aspetta la chiamata del nostro consulente!

 

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla chat
Hai bisogno di aiuto?
Benvenuto in Valore Energia
Ciao,
Come possiamo aiutarti?