Fotovoltaico off-grid e on-grid: qual’è la differenza?

Fotovoltaico off-grid e on-grid: qual’è la differenza?

Qual’è la differenza fra un impianto fotovoltaico off-grid ed uno on-grid? Quali sono i loro rispettivi vantaggi e svantaggi?

Home » Fotovoltaico off-grid e on-grid: qual’è la differenza?

 

Sono sempre di più le persone che stanno cercando di orientarsi verso una stile di vita più green ed ecosostenibile. Questo non significa solamente adottare nuove buone pratiche, come ad esempio quella del riciclo di materiali utilizzati, oppure cercare di ridurre il loro consumo di plastica. Significa anche e soprattutto ricorrere alle energie rinnovabili per produrre l’energia di cui hanno bisogno ogni giorno.

Produrre da soli l’energia di cui si ha bisogno tramite le fonti rinnovabili significa essenzialmente due cose:

  • la prima è ridurre le emissioni di gas serra responsabili del surriscaldamento globale e quindi dei cambiamenti climatici in atto,
  • la seconda invece significa ridurre i propri consumi di energia elettrica prelevata dalla rete nazionale. In altre parole significa ridurre i consumi di elettricità a pagamento e quindi abbattere i costi delle bollette.

Entrambi questi aspetti, ma soprattutto il secondo, sono molto importanti al giorno d’oggi. I costi dell’energia sono saliti alle stelle e cercare di risparmiare è un’esigenza sempre più pressante per le famiglie e le imprese italiane.

Proprio perché sono sempre di più le persone che cercano di abbattere i costi delle loro bollette si sta verificando una vera e propria corsa agli impianti fotovoltaici. Grazie ad essi è infatti possibile sfruttare l’energia del sole, gratuita e pressoché infinita, per produrre elettricità e quindi ridurre i propri consumi. A questo proposito possiamo distinguere in due tipologie i principali tipi di impianti fotovoltaici: off-grid e on-grid.

In questo approfondimento abbiamo chiesto ai nostri esperti di esaminare a fondo quelle che sono le differenze tra gli impianti fotovoltaici off-grid e quelli on-grid oltre che ad esaminarne i vantaggi e gli svantaggi. Per scoprire di più a questo riguardo continua a leggere!

Impianti fotovoltaici off-grid

Gli impianti fotovoltaici off-grid non sono collegati alla rete elettrica esistente, si tratta quindi dei veri e propri impianti fotovoltaici stand-alone. Per questo motivo, gli impianti fotovoltaici off-grid sono spesso utilizzati in luoghi remoti in cui non c’è accesso alla rete elettrica, come le fattorie, le cabine di montagna o le barche.

L’energia elettrica prodotta dai pannelli solari di questo tipo di impianti viene utilizzata in due modi:

  • viene totalmente autoconsumata (per approfondire clicca qui), e quindi di fatto va ad alimentare i dispositivi elettrici collegati all’impianto elettrico dell’edificio in cui è installato l’impianto off-grid;
  • oppure è immediatamente immagazzinata in batterie di accumulo che la rilasceranno per un uso successivo, ad esempio di notte quando l’impianto non è in grado di produrre elettricità.

Vantaggi degli impianti fotovoltaici off-grid

Qui di seguito abbiamo elencato i vantaggi più importanti degli impianti fotovoltaici off-grid:

  • Indipendenza dalla rete elettrica: Non dipendete dalla rete elettrica esistente e non siete soggetti alle interruzioni di corrente o ai blackout.
  • Adatti per luoghi remoti: Gli impianti off-grid sono perfetti per luoghi in cui la rete elettrica non è disponibile o è troppo costosa da installare.
  • Personalizzabili: Possono essere progettati per soddisfare le esigenze specifiche del cliente.

Svantaggi

Gli impianti fotovoltaici off-grid non hanno solo vantaggi ma anche delle debolezze. Le principali sono le seguenti:

  • Costi iniziali elevati: Gli impianti off-grid possono essere più costosi da installare rispetto a quelli on-grid a causa dell’acquisto di batterie e di altri componenti aggiuntivi.
  • Manutenzione: Le batterie devono essere sostituite periodicamente e richiedono una manutenzione regolare.
  • Rischi di surriscaldamento: In caso di surriscaldamento, le batterie possono esplodere e causare danni fisici.

Impianti fotovoltaici on-grid

Gli impianti fotovoltaici on-grid, a differenza di quelli fotovoltaici off-grid, sono collegati alla rete elettrica esistente. Ciò significa che l’energia prodotta dai pannelli solari e non autoconsumata, o comunque non destinata alla batteria di accumulo nel caso in cui fosse presente, viene immessa nella rete elettrica nazionale e remunerata tramite il meccanismo dello Scambio sul Posto o tramite quello del Ritiro Dedicato (di cui parliamo meglio qui).

Questi impianti sono spesso utilizzati nei quartieri residenziali e commerciali.

Vantaggi

Rispetto agli impianti fotovoltaici off-grid, quelli on-grid hanno:

  • Costi iniziali più bassi: Gli impianti on-grid sono meno costosi da installare rispetto a quelli off-grid in quanto non richiedono l’acquisto di batterie e altri componenti aggiuntivi.
  • Manutenzione minima: Non richiedono una manutenzione regolare e approfondita tanto quanto quelli off-grid;
  • Possono essere utilizzati per fornire energia elettrica alla rete elettrica principale durante i picchi di domanda, contribuendo a ridurre la dipendenza dalle fonti di energia non rinnovabili.
  • Si adattano agli utilizzi su scala industriale per generare grandi quantità di energia pulita.
  • Possono essere utilizzati per guadagnare denaro attraverso la vendita di energia elettrica in eccesso alla rete elettrica principale.

Gli svantaggi

Gli svantaggi degli impianti fotovoltaici on-grid sono invece i seguenti:

  • Possono farti ottenere un risparmio minore rispetto a quelli off-grid in quanto la quota di autoconsumo che potrai raggiungere, senza batterie di accumulo, è sicuramente minore;
  • La tariffa di remunerazione dell’energia è inferiore al risparmio che potresti ottenere non consumandola, soprattutto in questo preciso momento storico;
  • Non sarai mai completamente indipendente dalla rete elettrica nazionale.
  • Maggior rischio di malfunzionamenti: l’elevato numero di componenti, dovuto al fatto che questi impianti devono essere collegati alla rete elettrica nazionale, significa una probabilità maggiore di malfunzionamento di questi componenti.

Conclusioni sugli impianti fotovoltaici on-grid ed off-grid

A questo punto possiamo concludere che:

  • Gli impianti fotovoltaici on-grid sono più adatti per le applicazioni su scala industriale e per le abitazioni che sono già connesse alla rete elettrica principale.
  • Gli impianti fotovoltaici off-grid sono più adatti per le applicazioni in luoghi remoti o non serviti dalla rete elettrica, come le case di campagna, le fattorie, le barche e i campeggi.

Per installare entrambe queste tipologie di impianti inoltre ci preme ricordarti che lo stato italiano ha messo a disposizione numerosi bonus fiscali (come questi qui) in grado di ridurre notevolmente il costo dell’investimento che dovrai sostenere.

Vuoi scoprire di più sugli impianti fotovoltaici off-grid ed on-grid e sulla loro installazione? Allora contattaci compilando il modulo che trovi qui sotto ed aspetta la chiamata del nostro operatore! 

#gates-custom-63df21aa6b694 h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df21aa6b694 h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df21aa6b694 h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Compila il form con i tuoi dati!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla chat
Hai bisogno di aiuto?
Benvenuto in Valore Energia
Ciao,
Come possiamo aiutarti?