Le alternative alle detrazioni Ecobonus 110 %: sconto in fattura e cessione del credito

Le alternative alle detrazioni Ecobonus 110 %: sconto in fattura e cessione del credito

Alla scoperta delle alternative alle detrazioni Ecobonus 110%. Tutto sullo sconto in fattura e la cessione del credito

Home » Le alternative alle detrazioni Ecobonus 110 %: sconto in fattura e cessione del credito

 

Il tanto atteso DL Rilancio è finalmente stato convertito in legge e con esso anche i famosi Ecobonus 110 %. Ma non solo, sono anche uscite anche le Linee Guida dell’Agenzia delle Entrate che li riguardano e le circolari interpretative che ne regolano la loro erogazione. Anche le banche si stanno preparando ad offrire dei prodotti adeguati, proprio per venire incontro ad imprese e privati che usufruiranno degli Ecobonus!

Ma cosa c’entrano le banche visto che le detrazioni Ecobonus 110 % non sono altro delle semplici detrazioni fiscali?

In realtà il ruolo delle banche sarà fondamentale affinché le misure per gli interventi di efficientamento energetico, sostituzione degli impianti di climatizzazione e per gli interventi antisismici. Questo per il fatto che il DL Rilancio prevede anche due importanti alternative alle detrazioni Ecobonus 110 %: lo sconto in fattura e la cessione del credito.

E proprio di queste alternative alle detrazioni Ecobonus 110%, ovvero lo sconto in fattura e la cessione del credito, vogliamo parlare approfonditamente all’interno di questo articolo. A questo proposito ti ricordiamo che per non perderti nemmeno una notizia puoi iscriverti alla nostra newsletter cliccando qui!

Pronto quindi a scoprire tutto sullo sconto in fattura e la cessione del credito? Allora Prosegui nella lettura!

Sconto in fattura e cessione del credito: cosa dice il testo del DL Rilancio

Secondo il Decreto Rilancio i soggetti che sostengono, negli anni 2020 e 2021, spese per gli interventi che rientrano nelle categorie di cui parleremo tra poco, possono usufruire direttamente di detrazioni fiscali.

Accanto a questa possibilità, secondo l’art. 121 del DL Rilancio, sempre gli stessi soggetti e sempre per le solite spese sostenute negli anni 2020 e 2021, possono optare per lo sconto in fattura e la cessione del credito. Vediamo cosa sono qui di seguito:

  • Sconto in fattura. Questa alternativa alle detrazioni fiscali Ecobonus 110 % non è altro che un contributo, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, di importo massimo non superiore al corrispettivo stesso. In questo caso quindi questo contributo dovrà essere anticipato dal fornitore di beni e servizi relativi agli interventi agevolati. Il fornitore recupera il contributo anticipato sotto forma di credito d’imposta di importo pari alla detrazione spettante. In seguito il fornitore avrà la facoltà di cedere tale credito ad altri soggetti, ivi inclusi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari;
  • Cessione del credito. I soggetti beneficiari degli Ecobonus 110 % potranno optare anche per la cessione di un credito d’imposta corrispondente alla detrazione spettante, ad altri soggetti, ivi inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari, con facoltà di successive cessioni. L’opzione può essere effettuata in relazione a ciascuno stato di avanzamento dei lavori che, con riferimento agli interventi ammessi al Superbonus, non possono essere più di due per ciascun intervento complessivo. Il primo stato di avanzamento, inoltre, deve riferirsi ad almeno il 30% e il secondo ad almeno il 60% dell’intervento medesimo.

Ulteriori chiarimenti sulla cessione del credito di imposta

Sicuramente il meccanismo della cessione del credito di imposta è più complicato da comprendere rispetto a quello dello sconto in fattura. Per questo abbiamo ritenuto indispensabile fornire ulteriori chiarimenti a riguardo.

Come si potrà fruire del credito di imposta?

I crediti di imposta che non vengono successivamente ceduti sono sono utilizzati in compensazione attraverso il modello F24.

Si potrà fruire del credito di imposta con la stessa ripartizione in quote annuali con la quale sarebbe stata utilizzata la detrazione. Ovviamente se la quota di credito di imposta non verrà fruita per un anno, non potrà essere più richiesta a rimborso.

Quali sono i limiti economici della cessione del credito di imposta?

Il limite di compensabilità previsto per i crediti di imposta e contributi, fissato a 700.000 euro (1 milione di euro per il solo 2020) non sarà applicato.

Non sarà applicato anche il limite di 250.000 euro applicabile ai crediti di imposta da indicare nel quadro RU della dichiarazione dei redditi.

Inoltre, non si applica il divieto di utilizzo dei crediti in compensazione, in presenza di debiti iscritti a ruolo per importi superiori a 1.500 euro.

A chi può essere ceduto il credito?

La cessione del credito può essere disposta in favore dei seguenti soggetti:

  • fornitori dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione degli interventi;
  • altri soggetti (persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d’impresa, società ed enti);
  • istituti di credito e intermediari finanziari.

Le regole per l’esercizio dell’opzione tra sconto in fattura e cessione del credito

Le modalità di esercizio dell’opzione tra sconto in fattura e cessione del credito, saranno definite con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate. In ogni caso, sarà possibile avvalersi di questa opzione solamente in via telematica, anche avvalendosi degli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni.

Quali sono gli interventi per i quali è possibile optare per lo sconto in fattura o la cessione del credito?

Gli interventi per i quali è possibile optare per la cessione o lo sconto in fattura sono i seguenti:

  • recupero del patrimonio edilizio previsto dal TUIR20. In sostanza quindi si tratta di interventi di manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari. Inoltre vi rientrano gli interventi di manutenzione ordinaria effettuati sulle parti comuni degli edifici;
  • adozione di misure antisismiche rientranti nel sismabonus. Questa opzione può essere esercitata anche per ottenere la detrazione spettante per l’acquisto delle “case antisismiche”;
  • recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna. In sostanza per tutti gli interventi che rientrano nel bonus facciate introdotto dalla legge di Bilancio 2020;
  • Installazione di impianti fotovoltaici, compresi quelli che danno diritto al Superbonus;
  • riqualificazione energetica rientranti nell’ecobonus. In particolare questo punto riguarda tutti gli interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento o delle finestre comprensive di infissi, tutti gli interventi sulle strutture o sull’involucro degli edifici. Inoltre vi rientrano anche tutti gli interventi realizzati congiuntamente a quelli precedenti riguardanti anche la riduzione del rischio sismico;
  • installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici, compresi quelli che danno diritto al Superbonus.

Conclusioni

Se sei arrivato fino a questo punto della lettura dovresti oramai avere chiaro in cosa consistono e come si articolano le alternative alle detrazioni fiscali Ecobonus 110 ovvero sullo sconto in fattura e la cessione del credito.

In ogni caso ti consigliamo di rimanere sempre aggiornato sull’argomento e di non perderti nulla a riguardo! Per questo ti raccomandiamo di iscriverti alla nostra newsletter cliccando qui!

#gates-custom-61504118e908c h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-61504118e908c h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-61504118e908c h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Scarica la nostra guida gratuita sul Superbonus 110%!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla chat
Hai bisogno di aiuto?
Benvenuto in Valore Energia
Ciao,
Come possiamo aiutarti?