Le soluzioni per una regolazione della temperatura di un edificio puntuale

Le soluzioni per una regolazione della temperatura di un edificio puntuale

Per il risparmio energetico è importante garantire un corretta regolazione delle temperature. Come? Tramite la regolazione di zona di ambiente

Home » Le soluzioni per una regolazione della temperatura di un edificio puntuale

 

Fra i metodi più precisi ed efficienti per il risparmio energetico quando parliamo di regolazione della temperatura di un edificio figurano sicuramente la regolazione di zona e la regolazione ambiente.

All’interno di un ambiente chiuso infatti, sia il comfort che il benessere termoigrometrico sono determinati da diversi fattori. In particolare l’umidità, la qualità dell’aria che vi si può respirare e la stessa temperatura di un ambiente. Questi appena elencati, sono tutti aspetti che è possibile modificare e regolare a proprio piacimento tramite gli impianti di climatizzazione che permettono una corretta regolazione delle temperature.

Un sistema di climatizzazione o di riscaldamento efficiente quindi, dovrebbe avere il compito di mantenere la temperatura ambiente interna all’edificio o stanza costante. Solitamente quindi si individua e si imposta un set point intorno al quale la temperatura si deve mantenere costante. Ad esempio, per le abitazioni civili, una temperatura ambiente ideale è intorno ai 20°C.

Tuttavia spesso non basta quanto abbiamo appena scritto. Un edificio, soprattutto qualora fosse di costruzione non proprio recente, non riesce spesso a mantenere in maniera costante la stessa temperatura in tutte le sue stanze. Questo perché per mantenere costante la temperatura ci sono diversi fattori in gioco. Ad esempio la dimensione stessa della stanza, il numero di porte o finestre, ma anche l’esposizione al sole della stessa.

In sostanza quello che stiamo cercando di farti capire è che per mantenere questa temperatura in maniera costante dobbiamo agire in modo diverso. Ovvero dobbiamo poter essere in grado di gestire il sistema di riscaldamento o di raffreddamento dell’edificio.

Come? Attraverso una regolazione della temperatura ad ambiente o di zona.

Ma cosa significa quanto abbiamo appena scritto? 

Cerchiamo quindi di approfondire questo argomento qui di seguito.

Come funziona la termoregolazione di un ambiente?

Per poter gestire la temperatura di un abitazione o edificio, il sistema di termoregolazione deve rilevare continuamente la temperatura dell’ambiente. Come è possibile tutto ciò? Semplice: utilizzando un termostato.

Il termostato in questione quindi è collegato ad un meccanismo che permette di confrontare la temperatura rilevata con quella dell’intervallo di temperature prestabilito. Se la temperatura rilevata è maggiore, il sistema di riscaldamento di spegnerà, se invece è inferiore il riscaldamento entrerà in funzione per portare l’ambiente alla temperatura desiderata.

Un ottimo sistema di regolazione della temperatura deve essere quindi in grado di rilevare repentinamente l’eventuale incremento della temperatura per poter interrompere il riscaldamento dell’edificio o abitazione. Inoltre deve anche essere in grado di rilevare il calo di temperatura per poter riattivare il sistema di riscaldamento rispondendo alla richiesta di calore.

Questo meccanismo permette quindi di limitare lo spreco di energia in due modi. Per prima cosa evita di fornire calore quando non ce n’è bisogno. Inoltre è in grado di mantenere una temperatura costante all’interno dell’edificio o abitazione evitando le oscillazioni di temperatura. Sono infatti le grandi oscillazioni di temperatura che, tramite le loro ingenti richieste di energia, le responsabili della lievitazione dei costi delle bollette.

Questo sistema però può essere ulteriormente migliorato per evitare sprechi energetici come vedremo qui sotto ma anche e soprattutto attraverso la regolazione della temperatura di zona.

Sei curioso di scoprirne di più? Allora contattaci cliccando qui!

Fonti rinnovabili: un ulteriore risparmio dell’energia

Come avrai capito il meccanismo di termoregolazione descritto qui sopra quindi contribuisce a ridurre i costi energetici di un impianto di riscaldamento già di suo.

Tuttavia questa riduzione dei costi può ulteriormente essere incrementata. E’ il caso per esempio di un impianto di riscaldamento, o di raffreddamento, che è in grado di sfruttare apporti di calore gratuiti come quelli forniti dall’energia eolica o solare.

In questo caso il risultato sarebbe quello di un sistema di regolazione della temperatura intelligente che evita situazioni di esubero della temperatura interna e che funziona con energie rinnovabili quindi facendoti risparmiare ancora di più in bolletta.

Che cosa è la regolazione temperatura di zona?

Gli edifici di oggi sono in genere suddivisi in più unità abitative indipendenti. Pertanto è necessario garantire ad ognuno di questi impianti una regolazione di temperatura autonoma.

Per questo motivo gli impianti di oggi hanno delle sottostazioni di derivazione, dette zone, dalle quali prende appunto il nome la regolazione di zona. Queste sottostazioni non sono altro che dei pannelli dai quali è possibile termoregolare e contabilizzare il calore delle singole unità abitative di cui è composto un edificio.

In pratica ogni unità abitativa ha il suo termostato che rileva la temperatura. Confrontando questa rilevazione con i set point impostati nella sottostazione di derivazione, il termostato è in grado di valutare se disattivare o meno il flusso termovettore proveniente dall’impianto centralizzato.

Il termostato ambiente viene quindi installato in un locale pilota e possibilmente lontano da fonti di calore. Questo per evitare che queste fonti ne influenzino il funzionamento.

Inoltre viene programmato in base a due livelli solitamente definiti così: set point invernale diurno +20 °C, set point invernale notturno +16 °C. La regolazione di zona quindi ha il grosso vantaggio di permetterti di gestire autonomamente il funzionamento del proprio impianto termico.

Comprendiamo come questo possa essere un argomento di non facile comprensione e che lascia spazio a molti dubbi. Pertanto non esitare a contattarci cliccando qui qualora li avessi!

Quali sono le caratteristiche di un buon termostato ambiente?

Le caratteristiche tecniche che un buon termostato ambiente deve possedere secondo noi di Valore Energia sono le seguenti:

  • possibilità di impostazione di un programma settimanale;
  • livelli di temperatura programmabili;
  • range di corretto funzionamento della sonda ambiente;
  • range di regolazione della temperatura:
  • tipologia di funzionamento (on-off, P, PID);
  • alimentazione elettrica.

D’altronde sono anche queste le caratteristiche che possiedono i termostati ambiente che installiamo negli impianti che realizziamo. Sei curioso di scoprirne di più? Allora contattaci cliccando qui!

Che cos’è la la regolazione di temperatura ambiente?

Se per la regolazione di zona si parla di gestione della temperatura di una singola unità abitativa, per regolazione ambiente invece ci si riferisce alla possibilità di gestire la temperatura di ogni singola stanza o locale di un edificio.

Ma come mai è necessario dover regolare la temperatura di ogni singola stanza o addirittura di ogni singolo corpo calorifero?

Come abbiamo già avuto modo di accennare, un edificio è sempre differente da un altro dal punto di vista della conservazione del calore o della sua esposizione al sole. Un’edificio costruito negli anni settanta ad esempio, disperderà il calore in maniera molto più rapida di uno costruito pochi anni fa. Una stanza di una casa potrebbe essere oscurata per buona parte della giornata da un edificio che sorge nelle sue vicinanze, oppure potrebbe essere più esposta alle intemperie di un’altra che si trova sul lato opposto della stessa casa.

A causa di queste circostanze la regolazione della temperatura di zona di un edificio o abitazione potrebbe non essere perfetta. Ad esempio, nonostante il termostato sia impostato per mantenere una temperatura di 22C°, alcune stanze della casa, per i fattori di cui parlavamo prima, non riusciranno facilmente a raggiungere la temperatura desiderata provocando un incredibile spreco di energia.

Quindi è necessario poter regolare la temperatura non solo per singola unità abitativa ma anche per ogni ambiente che la compone. E’ proprio per questo che si parla di regolazione di temperatura ambiente. Ma come è possibile fare ciò?

Regolazione temperatura con valvola termostatica

Tramite l’installazione di una valvola termostatica su ogni corpo scaldante o termosifone che a sua volta è associata ad un termostato per ogni stanza. Il termostato in questo caso ha lo scopo di regolare l’apertura della valvola tenendo conto della temperatura ambientale.

Così facendo, è possibile controllare la temperatura ambiente di ogni stanza beneficiando degli eventuali apporti gratuiti, dati ad esempio dall’irraggiamento solare, inevitabilmente differenti in base all’orientamento. Questo è particolarmente importante perché anche tramite questo metodo si riesce a diminuire il consumo di energia per il riscaldamento di ogni singola stanza. Inoltre questo fattore riesce ad inficiare in maniera positiva anche sul comfort abitativo di ogni stanza migliorandolo notevolmente.

Conclusioni

Come avrai avuto modo di capire se hai letto fino a questo punto quindi, la regolazione di temperatura, che sia di zona o ad ambiente è fondamentale per abbattere i costi del riscaldamento di un edificio. Tuttavia l’installazione di un sistema di questo tipo è una cosa da valutare attentamente, anche perché sono previsti dei bonus economici che potrebbero essere davvero convenienti.

Vuoi scoprire di più a riguardo?

Allora iscriviti alla nostra newsletter!

#gates-custom-62fb12024f08c h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-62fb12024f08c h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-62fb12024f08c h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Scarica la nostra guida gratuita sul Superbonus 110%!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla chat
Hai bisogno di aiuto?
Benvenuto in Valore Energia
Ciao,
Come possiamo aiutarti?