Impianto fotovoltaico integrato: cosa è e perché serve

Valore Energia | Alleggerisci la tua bolletta con l’energia rinnovabileBlogImpianto fotovoltaico integrato: cosa è e perché serve

Impianto fotovoltaico integrato: cosa è e perché serve

Impianto fotovoltaico: integrato oppure no? Qual’è la differenza fra i due?

Se sei in procinto di installare un impianto fotovoltaico, che sia per la tua abitazione o per la tua azienda, probabilmente ti sarà stata prospetta una scelta. E questa scelta non è altro che la risposta alla fatidica domanda: impianto fotovoltaico integrato o non integrato?

Se invece non ti è stata posta questa domanda significa che non hai scelta e che devi optare per un impianto fotovoltaico integrato. Questo di solito capita nel caso in cui la tua abitazione o ufficio si trovi in particolari aree. Per esempio in centro città oppure in zone sotto la tutela dei beni culturali e in tutte quelle aree soggette a vincoli paesaggistici.

Ma per quale motivo in alcuni casi è possibile scegliere fra un impianto fotovoltaico integrato o uno normale ed in altri no? Cosa è di così particolare un impianto fotovoltaico integrato?

Abbiamo cercato di rispondere a queste domande insieme ai nostri esperti in modo da fornirti dei chiarimenti esaustivi in merito.

Se invece sai già consapevole delle risposte a queste domande e sei interessato agli impianti fotovoltaici non esitare a contattarci cliccando qui.

Cosa è un impianto fotovoltaico integrato? Cosa significa integrato?

Un impianto fotovoltaico per privati o per aziende, si dice integrato quando i pannelli sostituiscono gli elementi di copertura del tetto sul quale vengono installati. Quindi i pannelli solari non vengono sovrapposti al tetto ed alle tegole di cui è composto ma sostituiscono direttamente i materia di rivestimento. Al posto delle tegole di un normale tetto, vengono quindi installati i pannelli solari dell’impianto fotovoltaico.

Proprio a causa di questa sua peculiarità, l’impianto fotovoltaico integrato è in grado di svolgere quindi due funzioni. Quella primaria di convertitore di energia solare in energia elettrica, e quella secondaria di copertura dell’edificio dalle intemperie.

Il fatto che sia integrato quindi, significa anche l’impianto sia stato progettato opportunamente per resistere alle intemperie e dalle possibili infiltrazioni d’acqua grazie all’utilizzo di apposite guaine e strutture impermeabili.

Dal momento che appunto i pannelli solari di questo tipo di impianto vanno a sostituire le tegole di un tetto la loro installazione è molto delicata. Per questo i nostri tecnici sono altamente qualificati ed hanno capacità architettoniche oltre che normali competenze di installazione di pannelli fotovoltaici.

Puoi richiedere una nostra consulenza o maggiori informazioni cliccando qui!

Perché potrebbe essere obbligatorio fare ricorso all’ integrato?

I motivi per cui si può richiedere l’integrazione del proprio impianto fotovoltaico non sono molti. Anzi fondamentalmente  sono 2: l’estetica e la necessità.

Un impianto fotovoltaico integrato è sicuramente più piacevole a livello visivo in quanto il profilo dei pannelli non sporge dall’involucro della struttura. Si tratta di una soluzione ideale quando la si deve installare in case di un certo stile come ad esempio case d’epoca, cascine, o comunque edifici di un certo stile architettonico.

Questo perché questo tipo di impianti fotovoltaici sfrutta una tecnologia a basso impatto visivo. Si tratta quindi di un motivo puramente estetico: non c’è assolutamente nessuna diminuzione della resa dei pannelli fotovoltaici.

Oltre al motivo estetico tuttavia potrebbe essere necessario installare un impianto fotovoltaico integrato anche a causa di alcune norme specifiche che ti obbligano a farlo. Questo ad esempio è il caso in cui l’edificio sul quale si vorrebbe installare l’impianto potrebbe essere soggetto a vincoli paesaggistici. Questi potrebbero riguardare sia l’edificio che l’area all’interno della quale si trova.

Questi vincoli paesaggistici o culturali in realtà dipendono sempre e comunque dallo stesso principio estetico di prima. Il loro obiettivo è sempre quello di ridurre l’impatto estetico che di solito provoca un impianto fotovoltaico.

In questo secondo caso però i proprietari di immobili soggetti a vincoli paesaggistici sono obbligati a rispettare il decoro imposto dai comuni. In questi casi quindi un impianto fotovoltaico integrato è quindi l’unica vera soluzione per rispettare tali vincoli e beneficiare dell’energia solare.

Le varie tipologie di impianto fotovoltaico integrato

Le varie tipologie di impianto fotovoltaico integrato dipendono dal livello con il quale si integra con la superficie dell’edificio nel quale deve venire installato. Esistono quindi tre tipi:

  • Non integrato
  • Parzialmente integrato
  • Integrato

Qui di seguito analizziamo brevemente le caratteristiche di questi tipi di impianti a pannelli solari.

Impianto fotovoltaico non integrato

Questa tipologia è quella che si avvale di impianti installati su superfici piane per mezzo di cavalletti e di zavorre. Questi servono ad ancorare in pannelli alla superficie oltre a regolarne l’inclinazione in modo da garantire un corretto funzionamento dell’impianto.

Siccome i pannelli vengono ancorati a strutture pre esistenti come tetti o facciate di edifici i pannelli saranno visibili. In questo caso i pannelli fotovoltaici svolgono esclusivamente la funzione di produzione energetica.

Impianto fotovoltaico parzialmente integrato

Questa tipologia è la perfetta via di mezzo tra gli impianti fotovoltaici normali e quelli integrati. Questo perché in questo caso i pannelli fotovoltaici, pur venendo ancorati al tetto sporgono sensibilmente di meno dall’involucro esterno dell’edificio.

L’installazione dei pannelli per questo tipo di impianto non modifica la struttura sulla quale vengono installati. Inoltre i pannelli svolgono sempre e comunque la sola funzione di produzione dell’energia elettrica.

Impianto fotovoltaico integrato

In questo caso, come abbiamo già avuto modo di spiegare precedentemente, i moduli sono complanari rispetto alla copertura dell’edificio sul quale vengono installati. Pertanto la loro funzione non sarà solo quella di produrre energia elettrica ma sarà anche quella di proteggere l’edificio dalle intemperie.

Questa soluzione è molto in voga nei progetti moderni. Gli edifici di ultima generazione infatti vengono progettati in modo che abbiano un impatto ambientale il più inferiore possibile pertanto questo tipo di impianto è spesso compreso al posto di un normale tetto.

Questa soluzione tuttavia si adatta anche ad essere utilizzata nelle strutture pre esistenti. In questo caso il fotovoltaico sostituirà delle tegole o di porzioni di tetto rimuovendo quindi la vecchia struttura.

Conclusioni

Se sei arrivato a questo punto della lettura dovresti aver ormai compreso cosa è un impianto fotovoltaico integrato oltre ad aver capito la differenza con uno normale.

A questo punto devi sono decidere qual’è quello che fa per te!

In ogni caso prima di decidere se installare o meno un impianto fotovoltaico integrato ti consigliamo di richiedere l’opinione di un esperto.

 A questo proposito ti invitiamo a contattarci immediatamente cliccando qui oppure ad iscriverti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.

 

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.