Quali autorizzazioni per il microeolico sono necessarie? E per l’eolico?

Quali autorizzazioni per il microeolico sono necessarie? E per l’eolico?

Alla scoperta di tutte le autorizzazioni che servono per poter installare un impianto microeolico

Home » Quali autorizzazioni per il microeolico sono necessarie? E per l’eolico?

 

Quando si vuole risparmiare sulla bolletta, le soluzioni a disposizione sono tantissime. Noi di Valore Energia, siamo specializzati in questo, quindi siamo in grado di fornirti delle “dritte” oltre a consigliarti a quale impianto a fonti di energia rinnovabile ricorrere.

Tuttavia questo non è sufficiente.

La burocrazia in Italia, come del resto immaginiamo anche tu che stai leggendo saprai,è sempre dietro l’angolo, pronta a richiederti autorizzazioni su autorizzazioni. Tanto che quando si devono affrontare dei lavori di ristrutturazione o di efficientamento energetico, molte persone ci rinunciano solo perché spaventati dalla macchina burocratica italiana.

Anche per il microeolico e quindi anche per l’eolico è valido questo discorso. In molte sono le persone interessate a questo tipo di impianto ad energie rinnovabili, le stesse persone che ci pongono la seguente domanda: “Quali autorizzazioni per il microelico sono necessarie?”.

Quando si parla di energia eolica infatti si immaginano le grandi pale eoliche che sorgono nei punti più ventosi del nostro bel paese. Per questo tipo di pale, si che sono necessarie autorizzazioni, oltre che l’approvazione di diversi enti e della popolazione. Ma per il microeolico domestico, pur funzionando con le stesso principio, non è la stessa cosa date le sue dimensioni generalmente più ridotte.

Ma quali sono quindi le autorizzazioni per il microeolico necessarie affinché si possa procedere alla sua installazione? Quali invece per l’eolico più in generale?

Cerchiamo di fare il punto della situazione in questo approfondimento insieme ai nostri esperti.

Taglia potenza ed altre caratteristiche

Le autorizzazioni necessarie per poter installare un impianto eolico dipendono sostanzialmente da pochi fattori, che però sono decisivi.

A seconda della loro taglia, quindi della grandezza, oltre che della potenza in grado di generare, così come in base ad altre loro caratteristiche gli impianti eolici o microeolici possono essere sottoposti a 3 procedure autorizzative:

  1. Comunicazione al comune (autorizzazione in genere necessaria per il microelico);
  2. PAS: procedura abilitativa semplificata,
  3. Autorizzazione Unica.

Esaminiamo quindi le procedure che più probabilmente dovrai apprestarti a seguire.

Autorizzazioni necessarie per microeolico: comunicazione al comune

Nell’ambito delle autorizzazioni per il microeolico necessarie alla sua installazione, prendiamo come prima cosa in esame la comunicazione al comune.

Siccome si tratta del caso più diffuso, abbiamo cercato di dividere le informazioni sulla base di alcune domande più frequenti che ci vengono poste sulle autorizzazioni necessarie per il microeolico.

Cosa è la comunicazione al comune?

La comunicazione al Comune non è altro che un titolo autorizzativo previsto dalla normativa vigente per semplificare l’iter di alcune tipologie di piccoli impianti a fonti rinnovabili. La comunicazione al comune quindi, dato che si riferisce ad alcune tipologie di piccoli impianti, è sicuramente un’autorizzazione per il microeolico necessaria.

A necessitare di questo titolo autorizzativo sono i singoli generatori eolici, indipendentemente dalla loro potenza, che sono installati su tetti di edifici esistenti con altezza complessiva non superiore a 1,5 metri e diametro non superiore a 1 metro.

Sono necessarie autorizzazioni anche quanto riguarda l’altezza del palo su cui viene installata la turbina del eolica?

La risposta a questa domanda è sicuramente una buona notizia. Infatti non è necessaria nessuna autorizzazione da parte del comune per l’installazione di un impianto eolico domestico.

Questo è valido se l’impianto rispetta il vincolo rispetto all’altezza del palo di sostegno che non potrà essere superiore ai 10 metri.

Autorizzazioni per il microeolico: a cosa serve la comunicazione preventiva al comune?

La Comunicazione preventiva al Comune serve per poter iniziare subito i lavori per la realizzazione del proprio impianto microeolico domestico. Questa comunicazione infatti non è altro che un titolo autorizzativo non molto differente da quello per le attività di edilizia libera e, dunque, si applica nei casi più semplici e modesti. Proprio come quello del microeolico domestico.

Autorizzazioni necessarie per il microelico: cosa succede se ci sono dei particolari vincoli paesaggistici?

Il discorso sulle autorizzazioni per il microeolico fatto fino a questo momento, cambia se l’area in cui si vuole installare questo tipo di impianto è soggetta all’applicazione del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio.

In questo caso, così come in presenza di qualsiasi altro vincolo, dovranno comunque essere acquisite delle autorizzazioni per il microeolico specifiche.

Consigli utili

Per ridurre il rischio di errori, ma anche per cercare di velocizzare le pratiche il consiglio che ti diamo se vuoi installare un impianto microeolico è quello di rivolgerti sempre a degli esperti del settore.

Cosa aspetti dunque? Contattaci ora cliccando qui!

P.A.S. o Procedura abilitativa semplificata

Gli impianti eolici che non ricadono nel caso precedente invece sono sottoposto a quella che viene chiamata Procedura Abilitativa Semplificata. Si tratta di una procedura di recente introduzione dal momento che ha sostituito la Denuncia di Inizio Attività o D.I.A solo da qualche anno.

Possono ricorre alla PAS gli impianti di una potenza che va dai 60KW ai 1MW in base alla regione in cui si installa l’impianto. Le Regioni hanno infatti la possibilità di ampliare il campo di applicazione di tale strumento autorizzativo e quindi si tratta di un’autorizzazione che è necessaria solo in alcune regioni.

Autorizzazione unica

Gli impianti superiori a 60 kW che non rientrano nella procedura semplificata P.A.S. – o comunque superiori a 1 MW –
sono invece soggetti all’Autorizzazione Unica (AU).

Questa viene rilasciata solamente al termine di un procedimento unico svolto nell’ambito della cosiddetta “Conferenza dei Servizi”, alla quale partecipano tutte le amministrazioni interessate. Le autorizzazioni dovranno essere corredate, laddove necessario, da tutti i provvedimenti di concessione, autorizzazione, valutazione di impianto, valutazione di impatto ambientale e paesaggistico ecc.

Autorizzazioni per il microeolico in breve

In questo approfondimento abbiamo cercato di fare il punto sulle autorizzazioni per il microeolico necessarie affinchè possa essere installato, cercando anche di dare delle informazioni generiche su quelle per l’eolico.

Possiamo quindi riassumere che le autorizzazioni necessarie per il microeolico sono quasi inesistenti se l’impianto rispetta il vincolo rispetto all’altezza del palo di sostegno che non potrà essere superiore ai 10 metri. A questo aggiungiamo che è sempre necessario prestare attenzione alla comunicazione preventiva al comune in modo da poter installare senza problemi il tuo impianto microeolico ed iniziare subito i lavori.

A questo punto dovresti essere un po’ più tranquillo sugli aspetti riguardanti le autorizzazioni per il microeolico.

Quindi cosa aspetti a richiederci di installartene uno?

Clicca qui per contattarci oppure iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato!

#gates-custom-638b4e8f7f1e7 h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-638b4e8f7f1e7 h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-638b4e8f7f1e7 h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Scarica la nostra guida gratuita sul Superbonus 110%!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vai alla chat
Hai bisogno di aiuto?
Benvenuto in Valore Energia
Ciao,
Come possiamo aiutarti?