Blog

Come difendersi dalle truffe nel settore dell’energia rinnovabile

Alcuni consigli utili per non cadere nelle truffe dell’energia rinnovabile e tutti i motivi per cui dovresti fidarti di Valore Energia

Home » Blog » Pagina 24

 

Il settore delle energie rinnovabili negli ultimi anni ha registrato una forte crescita. Sono molte le aziende che sono nate sull’onda della crescente consapevolezza che le energie rinnovabili rappresentino la soluzione per produrre l’energia elettrica necessaria al fabbisogno quotidiano in maniera ecologica e sostenibile.

I progressi tecnologici del settore della produzione di energia da fonti rinnovabili sono stati senza dubbio notevoli, soprattutto in termini di efficienza. Sono questi i progressi che hanno permesso a molte persone di usufruire di energia elettrica pulita grazie alla notevole riduzione dei costi degli impianti necessari a produrla. Costi che sono ulteriormente ridotti dalle numerose politiche di incentivi statali di cui gode questo settore. Inoltre il risparmio sulle bollette garantito dà a questi impianti, fotovoltaici, eolici, pompe di calore, a biomassa, solari termici, ecc. è davvero notevole ed in grado di fare recuperare l’investimento in pochi anni.

Un’altro fattore che ha determinato la crescita di questo settore è certamente l’evoluzione del modo di comunicare delle aziende che, grazie ad internet sono riuscite, grazie alla pubblicità on line, a conquistare importante quote di mercato, proprio come noi di Valore Energia.

Se da un lato però la visione sembra essere rosea dall’altro molte persone sono state vittime di truffe del settore dell’energia rinnovabile, perdendosi nei meandri della rete.

Quando ci si appresta a raccogliere informazioni su internet in tema di impianti ad energie rinnovabili, complici anche la miriade di fake news che circolano proprio attraverso il web, ci si dovrebbe sempre chiedere se il sito web che stiamo leggendo è affidabile, se è direttamente collegato ad un’azienda esistente, se ci sono delle persone “vere” a gestirne i contenuti. Prima di prendere per oro colato tutto quello che troviamo scritto, dovremmo verificarne l’attendibilità, sia online che offline. Non basta quindi consultare la sezione Chi Siamo del sito internet (la nostra è comunque consultabile cliccando qui) per stare tranquilli e non cadere in truffe dell’energia rinnovabile!

Proprio per agevolarti questo compito abbiamo deciso di raccogliere in questo articolo alcuni consigli utili per difenderti dalle truffe dell’energia, formulati sotto forma di alcune domande a cui ti consigliamo di rispondere. Grazie a questi consigli speriamo tu possa evitare di cadere vittima di malintenzionati.

Ma non ci limiteremo a fornirti questi consigli, ti forniremo, come avrai modo di verificare tu stesso proseguendo nella lettura, tutte le informazioni necessarie affinché tu possa scegliere di fidarti di noi.

In particolare cercheremo di rispondere alle seguenti domande:

  1. L’azienda esiste davvero?
  2. Com’è strutturata la sua presenza nel web?
  3. Quali sono i dati fiscali che devono essere presenti?
  4. Si tratta di un’azienda solida?
  5. Quali sono le persone che lavorano nell’azienda?
  6. E’ possibile vedere alcuni lavori realizzati?
  7. Quali sono i punti di forza di Valore Energia?

Sei pronto?

Come difendersi dalle truffe nel settore dell'energia rinnovabile? Alcuni consigli

Alcuni consigli su come difendersi dalle truffe nel settore dell’energia rinnovabile a cura di Valore Energia

1. Come difendersi dalle truffe energia rinnovabile: L’ azienda esiste davvero?

Si. Valore Energia è un progetto di Solar Cash S.r.l.. La nostra azienda ha 3 sedi, una legale in Lombardia a Milano in Via San Gregorio 55 e due operative. A Perugia in Via Madonna Alta 142 ed in Via Cappelli 1, Serravalle Pistoiese . L’indirizzo dei nostri uffici è pubblico e facilmente reperibile all’interno della sezione contatti del nostro sito web. Il nostro numero di telefono è il seguente +39.075.7827526. Abbiamo anche un Numero Verde e questa invece è la nostra e-mail: info@solarcash.it

Abbiamo deciso di partire proprio dal nostro indirizzo e dai nostri contatti perché siamo sicuri che, per verificare l’esistenza o meno di un’azienda questa siano le prime cose da controllare.

Alcune volte capita infatti di finire su siti web con offerte strabilianti ma che non hanno indicazioni precise su come contattare l’azienda titolare del sito. Il sospetto in questi casi è lecito: perché questa aziende non dovrebbe fornire indicazioni chiare sui propri contatti quando il loro obiettivo è quello di vendere un prodotto?

Se ti dovesse capitare quindi di imbatterti in una situazione del genere stai attento: probabilmente è una delle truffe dell’energia di cui parlavamo prima.

2. Come dovrebbe essere strutturata la presenza sul web di un’azienda seria?

Oggi è diventato indispensabile essere presenti sul web per ogni tipo di azienda. Essere presenti sul web non significa avere solo un sito web, ma sempre di più significa essere presenti anche su altri canali di internet.

Un esempio? Un’azienda sera dovrebbe avere anche dei profili social. Per questo è sempre bene verificare che l’azienda in questione abbia oltre al sito anche dei profili social.

A questo proposito noi siamo anche su Facebook, Instagram, e Linkedin. Cliccando rispettivamente sul nome di ogni social Network che abbiamo elencato qui puoi visitarne il nostro profilo.

3. Quali sono i dati fiscali da ricercare  in un sito web per non cadere in una delle truffe nel settore dell’energia?

Quanto scritto qui sopra però spesso non è sufficiente. I truffatori, con il passare del tempo, si sono fatti furbi e sanno benissimo che i dati di cui abbiamo parlato qui sopra sono i primi ad essere verificati.

Accanto a questi dati quindi, per non cadere vittima di una delle truffe nel settore dell”energia, è sempre bene anche controllare nel sito web in questione la presenza di P.Iva e del Capitale Sociale che di solito sono inseriti nel “footer”, ovvero la parte più in basso del sito.

Per trasparenza ecco i nostri dati: la P.IVA di Solar Cash srl, l’azienda che possiede il brand Valore Energia è questa 0324888054. Mentre il nostro Capitale Sociale ammonta a 130.000€.

La P.IVA sta ad indicare che l’azienda è riconosciuta dal fisco ed il Capitale Sociale, specie da determinate cifre in poi, è un indice dell’investimento effettuato per dare vita all’azienda e quindi può tranquillizzare sulla serietà della stessa e fornirti un indizio sul fatto di essere di fronte ad un truffa o meno. Investire 1.000€ oppure investirne 100.000 sono due cose molto diverse. Chi investe di più sarà senza dubbio più interessato a fare in modo che l’azienda funzioni per rientrare dell’investimento.

4. Come difendersi dalle truffe energia rinnovabile: L’ azienda che sto visionando è solida?

Fare chiarezza sulla proprietà dell’azienda e sul suo fatturato è un ottimo modo per dare sicurezza ai potenziali clienti. A questo proposito ci teniamo a sottolineare ancora una volta che Valore Energia è un brand di Solar Cash S.r.l.

Per ogni brand o azienda, facendo delle rapide ricerche è inoltre possibile stabilirne la solidità economica attraverso la ricerca del suo fatturato e della sua crescita. A questo proposito Valore Energia fa parte di un gruppo il cui fatturato si aggira all’incirca sui 30 milioni di euro annui. Il fatturato di Valore Energia è molto cresciuto negli ultimi anni, solo nel 2019 di oltre il 30%.

Un altro indice della solidità dell’azienda è dato dal tempo che è passato dalla sua fondazione. Valore Energia è nata nel 2012, un azienda giovane si, ma che grazie ai suoi oramai 8 anni di esperienza dimostra di saper presidiare il mercato.

Il fatto di fornire informazioni di questo genere in maniera chiara solitamente è indice di un’azienda affidabile e seria.

Non lo pensi anche tu?

5. Un’azienda è fatta di persone. Quali?

Un’altro importante tassello per costruire la fiducia verso un’azienda può senz’altro essere rappresentato dalla presenza o meno della descrizione della squadra che la compone. Vedere che ci sono delle vere persone al lavoro è senza dubbio indice di affidabilità. Non credi anche tu?

A questo proposito, cliccando qui puoi conoscere il nostro team.

6. E’ possibile vedere alcuni lavori che l’azienda ha realizzato in modo da rendersi conto se sia una truffa dell’energia oppure no?

Un’azienda che si propone di vendere un servizio importante come quello dell’efficientamento energetico, a nostro avviso, deve anche avere un portfolio clienti ben visibile ed in mostra. Diffida da chi è sempre vago su questi argomenti!

A questo proposito puoi trovare nella sezione Portfolio della nostra Home Page alcune immagini di alcuni lavori che abbiamo realizzato. Pannelli solari, pompe di calore, impianti fotovoltaici e molti altri proprio perché vogliamo fornire un’idea ben precisa di quello che sappiamo fare attraverso le immagini dei lavori che abbiamo realizzato in questi 8 anni. E di cose ne abbiamo fatte parecchie abbiamo realizzato 479 progetti per 438 clienti ricevendo 969.000€ di incentivi!

Inoltre, sempre nella stessa pagina trovi un altro indice della nostra affidabilità che altre aziende serie utilizzano: i nostri Partner. Si tratta di aziende, quasi sempre di aziende multinazionali, con le quali collaboriamo durante la realizzazione dei nostri impianti. Aziende che, se non fosse per l’alta qualità e professionalità del nostro lavoro, non ci avrebbero di certo concesso questo onore.

Visitare un sito web di un azienda che si occupa di impianti elettrici ad energie rinnovabili che offre anche un’opportunità di controllare i lavori che ha svolto ed i partner con i quali lavora acquisisce senza dubbio un valore aggiunto per chi si appresta a fare questo tipo di interventi. Un valore aggiunto che secondo noi è necessario per far capire al potenziale cliente di poter fidarsi dell’azienda in questione. Perciò fai attenzione anche a questi dettagli!

Giunti a questo punto, abbiamo fatto un breve elenco di tutti quegli elementi che a nostro avviso dovrebbero essere presenti in un sito web di un azienda del nostro settore. Tuttavia manca ancora un elemento che può fare la differenza. Scopriamolo qui di seguito.

7. Quali sono i  punti di forza di Valore Energia?

I punti di forza di un’azienda sono quegli elementi che la differenziano dalle altre. Quei servizi che possono fare davvero la differenza durante la scelta da parte del cliente.

Sei curioso di scoprire i nostri punti di forza? Eccoli qui di seguito:

  1. Lavoriamo a stretto contatto con il Gestore dei Servizi Energetici (GSE), la società controllata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze che si occupa degli incentivi economici per la produzione di energia da fonti rinnovabili e da impianti di cogenerazione ad alto rendimento, seguendone precisamente indicazioni e consigli;
  2. Effettuiamo lavori chiavi in mano preoccupandoci senza farti perdere ulteriore tempo alla ricerca del tecnico abilitato per autorizzazioni o procedure burocretiche;
  3. Siamo abilitati ad eseguire le verifiche e di rinnovo sulle tarature su gruppi di misura anche in loco presso specifici siti di produzione, in quanto siamo autorizzati ad operare in tutto il territorio nazionale. Analizzando le specifiche di ogni singolo impianto siamo inoltre in grado di fornire direttamente gli strumenti di misura necessari e garantirne la corretta installazione e funzionalità come da normative.
  4. Vogliamo rendere la tua casa o la tua azienda un posto più accogliente, per questo i nostri tecnici studieranno la proposta personalizzata che meglio si adatta alle tue esigenze e ti forniranno una soluzione adeguata!
  5. Ti garantiamo l’accesso ai finanziamenti. Come? Mettendoci la faccia! Grazie al servizio “finanziamento garantito”  potrai usufruire alla cessione del conto termico o delle detrazioni fiscali del 110% ottenendo uno sconto in fattura immediato!

8. Conclusione

In questo approfondimento, abbiamo cercato di darti alcuni consigli utili per difenderti dalle truffe dell’energia rinnovabile, soprattutto per quanto riguarda nel settore degli impianti ad energia rinnovabili e, sperando di fare cosa a te gradita, abbiamo anche colto l’occasione per presentarci un po’ meglio.

Se arrivato a questo punto sei ancora scettico su Valore Energia… non ti resta altro che venirci a trovare di persona nei nostri uffici di Perugia!

Magari contattaci per prendere un appuntamento cliccando qui !

#gates-custom-63df297b3e4e0 h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b3e4e0 h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b3e4e0 h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Scarica la nostra guida gratuita sul Superbonus 110%!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

Fotovoltaico e micro-eolico sono una valida alternativa alle batterie di accumulo?

Un impianto fotovoltaico integrato con uno micro-eolico è una soluzione alternativa valida alle batteria di accumulo? Scopriamolo insieme

Home » Blog » Pagina 24

 

Fotovoltaico e micro-eolico sono due sistemi di produzione di energia con fonti rinnovabili fra i più diffusi, sia in ambito domestico che pubblico. Se fino a poco tempo fa però erano trattati come due cose distinte, oggi è possibile anche avere degli impianti eolici e fotovoltaici integrati fra di loro.

Come potrai facilmente immaginare la possibilità di integrare fotovoltaico ed eolico offre dei vantaggi maggiori rispetto all’utilizzo di solamente uno dei sistemi di produzione dell’energia da fonti rinnovabili. L’idea alla base di questa integrazione fra eolico e fotovoltaico infatti è quella di garantire la produzione energetica per un autoconsumo immediato più continuativa: quando uno dei due non funziona o non è sufficiente per il fabbisogno energetico richiesto, subentra l’altro.

In altri altri articoli abbiamo affrontato il tema dei sistemi di accumulo dell’energia e di come siano fondamentali per immagazzinare l’energia prodotta in eccesso dai vari impianti energetici a fonti rinnovabili. Energia che poi può essere utilizzata in un secondo momento quando l’impianto in questione (fotovoltaico o eolico che sia) non è in grado di produrla.

A questo punto però sorge spontanea una domanda. Un impianto integrato fotovoltaico e micro-eolico è in grado di rappresentare una valida alternativa alle batterie di accumulo?

Si tratta di una domanda legittima che tuttavia necessita di una spiegazione approfondita, dal momento che non esiste una risposta, positiva o negativa vera e propria in merito.

Prima rispondere alla fatidica domanda con cui si intitola questo articolo facciamo un passo indietro provando a soffermarci sul principio base di funzionamento di un impianto eolico e su quello del funzionamento dell’impianto micro-eolico.

Come funziona un impianto fotovoltaico?

Un impianto fotovoltaico per la produzione di energia tramite i pannelli solari, come dice il nome stesso, funziona tramite l’energia del sole. Più il pannello solare riceve energia solare, più energia elettrica è in grado di produrre.

Questo significa quindi che quando  il pannello fotovoltaico è ben esposto alla luce del sole, questo riesce a produrre una quantità di energia elettrica maggiore rispetto di quando non lo è. Ad esempio, durante l’estate, quando le condizioni meteorologiche sono statisticamente più belle, sicuramente l’impianto fotovoltaico domestico avrà una resa maggiore che durante l’inverno quando spesso il cielo è nuvolo e soggetto a rovesci temporaleschi.

Proprio per ovviare a questa problematica di resa stagionale sono state introdotte le cosiddette batterie di accumulo in grado di immagazzinare l’energia prodotta in eccesso per poi riutilizzarla nel momento del bisogno.

Come funziona un impianto micro-eolico?

Un impianto microeolico invece si basa su di un altro principio di funzionamento, un principio che dipende dall’intensità del vento. Le pale, caratteristiche di ogni impianto eolico, vengono spinte dal vento e, girando su stesse attorno all’asse del rotore, sono in grado di produrre energia elettrica.

Ne consegue quindi che, più c’è vento, più energia sono in grado di produrre questi tipi di impianti. E solitamente, c’è più vento quando le condizioni meteo sono brutte, ovvero durante temporali o comunque durante la stagione invernale. Ovviamente poi il fattore vento dipende anche dalla posizione in cui si trova la turbina eolica, ma ai fini di questo articolo, limitiamoci a considerare solamente il principio base di funzionamento dell’eolico.

Essendo il vento un fattore molto instabile ed incostante, l’utilizzo di sistemi di accumulo anche per l’impianto micro-eolico è quindi altamente consigliato per non rimanere a secco di energia.

Perché fotovoltaico e microeolico sono complementari?

A questo punto c’è da fare una considerazione fondamentale ed è la seguente.

Come abbiamo visto infatti, almeno in teoria, l’impianto fotovoltaico da il meglio di sè durante la stagione estiva quando c’è spesso bel tempo, mentre quello eolico si esprime al meglio durante la stagione invernale, quando le condizioni atmosferiche sono avverse.

Quindi se per produrre energia per la mia abitazione o ufficio utilizzo un impianto fotovoltaico ed uno micro-eolico potrei avere energia tutto l’anno!

Conclusione

Fotovoltaico e microeolico sono quindi complementari fra di loro e potrebbero essere una valida alternativa ai costosi, ed in alcuni casi ingombranti, sistemi di accumulo dell’energia ovvero le cosiddette batterie di accumulo.

Tuttavia le cose nella realtà sono più complicate di così. Ad esempio per il particolare clima di una relativa zona geografica, potrebbe essere più conveniente per il solo impianto fotovoltaico con batterie, così come viceversa potrebbe essere più produttivo quello micro-eolico.

Si tratta di valutazioni da eseguire, soprattutto se non si è esperti del settore. Visto anche l’ammontare dell’investimento in questione è sempre bene rivolgersi ad esperti del settore, come noi di Valore Energia, prima di decidere quale sistema di produzione dell’energia installare. Anche perché si tratta di un settore in cui sono previsti molti incentivi, specie dopo il DL Rilancio del governo Italiano, che non vorrai assolutamente farti sfuggire!

Cosa aspetti a contattarci per chiederci tutte le informazioni di cui hai bisogno cliccando qui?

#gates-custom-63df297b45722 h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b45722 h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b45722 h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Compila il form con i tuoi dati!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

Come funzionano le pompe di calore?

Come funzionano le pompe di calore? Un focus sul funzionamento delle pompe di calore e sulle loro tipologie

Home » Blog » Pagina 24

 

Oggi giorno esistono molti sistemi di riscaldamento e di refrigerazione. Sistemi che i cittadini di tutta Italia e di tutto il mondo utilizzano in ambito domestico e non solo. Tra i più diffusi vi sono le cosiddette pompe di calore. Sistemi che sfruttano le cosiddette energie rinnovabili, con il vantaggio quindi di ridurre l’impatto ambientale.

La pompa di calore è un sistema ad energia rinnovabile perché è in grado di sfruttare l’energia termica prodotta da fonti come acqua, terreno ed aria. Inoltre è in grado sia di riscaldare un ambiente che di raffreddarlo, in questo modo il suo utilizzo è costante durante tutti i giorni dell’anno. Un utilizzo particolarmente apprezzato anche perché permette di avere l’acqua calda, sia per l’uso personale che per i termosifoni.

Ma come è possibile tutto ciò? Come funzionano quindi le pompe di calore? Quanti tipologie di pompe di calore o termopompe esistono?

Scopriamolo insieme in questo approfondimento qui di seguito.

Come funzionano le pompe di calore?

Il funzionamento delle pompe di calore è dato da un circuito chiuso al cui interno è presente un fluido. A seconda della temperatura in cui si trova è in grado di passare dallo stato gassoso allo stato liquido. Sono proprio questi cambiamenti di stato ciclici a provocare le variazioni di pressione e temperatura necessarie al funzionamento della pompa di calore.

Ma come avvengono questi cambiamenti di stato ciclici che sono alla base di come funzionano le pompe di calore?

Il vaporizzatore presente all’interno delle pompe di calore acquisisce calore dall’ambiente (acqua, terra o aria) riuscendo a trasformare il liquido in vapore. In seguito il vapore ottenuto, grazie ad un compressore viene di nuovo trasformato in liquido per mezzo di una valvola di espansione che consente al fluido di tornare alle sue condizioni di inizio. E’ in questa fase che le pompe di calore cedono il proprio calore all’impianto.

Alcuni vantaggi delle pompe di calore

Tutto questo processo che abbiamo appena descritto ha i suoi innegabili vantaggi: il più importante è che la quota di energia prodotta è di almeno 5 volte superiore rispetto al dispendio di elettricità.

I vantaggi inoltre non terminano qui: basando il loro funzionamento sul cambiamento di stato fra vapore e liquido e quindi sulla differenza di temperature fra i due stati, le pompe di calore sono in grado sia di riscaldare che di raffreddare un ambiente. Quindi significa che è perfetto per essere utilizzato in qualsiasi edificio, sia durante l’estate che durante l’inverno.

Inoltre, se proprio si desidera aumentare ancora di più l’efficienza energetica dell’edificio o abitazione in questione, allora è sempre possibile integrare pompa di calore ad un impianto fotovoltaico. In particolare ci riferiamo al solare termodinamico, un sistema attraverso il quale si combinano le caratteristiche peculiari delle pompe di calore e di un collettore solare di tipo termico, con un piccolo pannello solare, una componente compressore e un serbatoio per l’acqua. In questo modo non si utilizzerebbero fonti da combustione e si riuscirebbe a risparmiare notevolmente sulle bollette elettriche facendo rientrare in tempi brevi dell’investimento sostenuto.

Quali sono le diverse tipologie di pompe di calore?

Ora che abbiamo descritto come funzionano le pompe di calore siamo pronti per elencare le loro diverse tipologie. Per ovviare alle diverse esigenze infatti esistono pompe di calore di diverse tipologie, dimensioni, e fabbisogno richiesto. I fattori da tenere in considerazione quando le si scelgono sono quindi molteplici ed in base a questi fattori possiamo fare due tipi di classificazione a seconda della loro:

  1. Valenza
  2. Sorgente

Pompa di calore mono-valente o bivalente

Possiamo parlare di pompe mono o bi-valenti, intendendo rispettivamente un impianto responsabile, da solo, del riscaldamento domestico oppure di un impianto in associazione ad altre tipologie di impiantistica.

Le pompe di calore mono-valenti, soprattutto quelle aria aria, sono convenienti solo in territori di per sé caldi, mentre in aree soggette ad un consistente abbassamento di temperatura sarà necessario disporre di impianti aggiuntivi per far fronte alle necessità di riscaldamento domestico, soprattutto in inverno.

Pompe di calore: classificazione in base alle sorgenti

E’ possibile fare una ulteriore classificazione delle pompe di calore prendendo in considerazione quelle che sono le “sorgenti”. In base a questa distinzione possono essere di tre tipi:

  • Pompa di Calore aria acqua: in questo caso l’energia termica necessaria al suo funzionamento viene ricavata dall’aria presente al’esterno dell’edificio, la quale viene utilizzata per il funzionamento dell’impianto stesso. La pompa di calore viene quindi installata all’esterno dell’edificio e deve per forza essere fornito di un componente deputato allo sbrinamento.
  • Pompa di Calore acqua acqua: l’energia termica utilizzata in questo caso proviene dalle acque di falda. A fronte di un investimento certamente superiore, soprattutto per quanto riguarda l’installazione, c’è l’indiscutibile vantaggio di non risentire delle condizioni meteo esterne.
  • Pompa di Calore terra acqua: come può essere facilmente intuibile dal nome, in questo caso è coinvolto il sottosuolo. Pertanto in questo caso la pompa di calore sfrutta l’energia geotermica presente mano a mano che si scende nelle profondità della terra. L’impianto sfrutta il calore costante presente alla profondità di circa un metro e mezzo (da calcolare parallelamente alla superficie) se in orizzontale, oppure, se in verticale, alla profondità di diverse decine di metri, che particolari sonde sono in grado convogliare alla pompa per il suo funzionamento. Grazie alle loro caratteristiche, che le rendono efficienti in termini di continuità del rendimento, sono proprio quelle di questo ultimo tipo ad essere le pompe di calore più diffuse. Tuttavia hanno anche un elevato inquinamento acustico, motivo per il quale spesso sono installate all’esterno dell’edificio.

Conclusioni

In questo approfondimento abbiamo cercato di spiegare in maniera approfondita il funzionamento delle diverse tipologie di pompe di calore disponibili ad oggi sul mercato.

Come avrai intuito però, scegliere la pompa di calore giusta per le tue esigenze non è affatto semplice sebbene sia uno dei modi migliori per garantirti acqua calda ed ambienti sempre alla giusta temperatura. I fattori da tenere in considerazione non si limitano di certo solo a quelli che abbiamo preso in considerazione in questo articolo.

Pertanto prima di prendere qualsiasi decisione in merito dovresti rivolgerti ad un esperto come noi di Valore Energia.

Cosa aspetti quindi? Clicca qui per contattarci subito!

#gates-custom-63df297b4bce3 h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b4bce3 h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b4bce3 h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Compila il form con i tuoi dati!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

Impianto micro idroelettrico domestico: realtà o fantascienza?

Alla scoperta del micro elettrico domestico: cosa è, come funziona ed a chi si rivolge

L’impianto micro idroelettrico domestico è una delle soluzioni più innovative per generare elettricità, specie se ci si riferisce ad un condominio o ad un’abitazione privata.

In effetti, letta così, senza sapere nulla a riguardo il micro idroelettrico, questa affermazione può sembrare un po’ strana.

Se pensiamo infatti a quella che comunemente indichiamo come energia idroelettrica, pensiamo a dighe, laghi artificiali, e centrali idroelettriche di grandi dimensioni. Insomma pensiamo a quel genere di impianti che sorge in prossimità dei corsi d’acqua principali (mulini per i più nostalgici). Ricorre il pensiero anche alle grandi turbine idrauliche sommerse o sul pelo dell’acqua che ormai stanno costellando le coste europee e non solo.

Come è possibile dunque che gli impianti idroelettrici siano oggi di dimensioni così ridotte da essere definiti micro idroelettrici domestici ?Infatti fino a pochi anni fa si realizzavano impianti del genere di dimensioni mastodontiche! E’ davvero possibile sfruttare l’energia idroelettrica per alimentare gli elettrodomestici di casa nostra?

Ebbene si, sebbene si possa fare fatica a crederlo. Vi spieghiamo tutto ciò che dovete sapere in questo approfondimento sugli impianti micro idroelettrici.

Pronti ad “immergervi” nella lettura?

Cosa sono gli impianti micro idroelettrici domestici?

L’aggettivo domestico accanto al sostantivo impianto micro idroelettrico sta appunto ad indicare lo scopo e la dimensione di quest’ultimo. Niente cascate artificiali nella vostra cucina o nel vostro bagno! Un metodo molto più alla mano ed intuitivo che tuttavia si basa su quello appena menzionato.

Il micro idroelettrico è in sostanza un impianto idroelettrico in piccolo. Anche in questo tipo di impianto c’è l’acqua che scendendo, fa girare una turbina che genera energia elettrica. La turbina idraulica è quel dispositivo meccanico in grado di trasformare l’energia potenziale e/o cinetica dell’acqua in energia meccanica. E’ proprio questa energia a far girare un alternatore che la trasforma in energia elettrica.

Quello che abbiamo descritto è quindi un metodo efficiente quel tanto che basta ad abbassare i costi delle bollette contribuendo a produrre energia elettrica in maniera sostenibile. Inoltre si tratta di un metodo che può essere sfruttato da chiunque, anche da chi vive in città.

Come funziona un impianto microelettrico domestico?

Un impianto di questo tipo è in grado di sfruttare l’energia idroelettrica prodotta in due diversi modi:

  1. Salto di pressione
  2. Movimento cinetico dell’acqua.

Il funzionamento di un impianto micro-elettrico domestico a salto di pressione si basa su di un fenomeno che si verifica quando c’è molto dislivello fra valle e monte. Proprio come nei condomini ed in tutti gli edifici di una certa altezza. L’energia viene raccolta attraverso delle valvole particolari, che servono a diminuire la pressione nei tubi in cui circola l’acqua, permettendo così il suo utilizzo nelle abitazioni. Il salto di pressione tra valle e monte, soprattutto in edifici alti, può raggiungere valori di alcune atmosfere, e ciò può essere sfruttato dalle microturbine per produrre energia. L’energia viene prodotta solo quando c’è necessità di acqua, che nei condomini coincide proprio quando sono presenti persone nell’edificio, quindi nel momento di massimo bisogno.

Il metodo del movimento cinetico invece risulta essere applicabile a tutte le realtà domestiche, e sfrutta il movimento dell’acqua nelle tubature che viene trasformata, attraverso microturbine, in elettricità. Questo è reso possibile grazie all’alternatore collegato alla turbina, che trasforma il movimento delle pale in tensione elettrica.

Entrambi questi sistemi possono essere installati in combinazione con gli accumulatori di energia che, immagazzinando l’energia prodotta in eccesso sono in grado di rilasciarla nel momento del bisogno, aumentando l’efficienza dell’impianto.

Stiamo quindi parlando di una tecnologia all’avanguardia che con un costo contenuto può permetterci di produrre energia in maniera indipendente dalla rete per poter illuminare la nostra casa.

Quando è indicato installare un impianto micro idroelettrico domestico?

Come potrai aver già in parte intuito, questa soluzione è perfetta chi ha vicino casa un fiume, un torrente o un canale d’irrigazione. In alternativa è consigliato per quei condomini la cui altezza sia tale da produrre un salto di pressione sufficiente alla produzione di energia idroelettrica per alimentare gli elettrodomestici degli appartamenti del condominio.

D’altronde, se hai letto fino a questo punto, avrai capito che il micro idroelettrico domestico ha bisogno della presenza di acqua in movimento per poter funzionare, di conseguenza si tratta di una caratteristica davvero indispensabile per avere un sistema in casa di questo tipo.

Per soddisfare il fabbisogno energetico di una famiglia o di un privato, un impianto micro idroelettrico domestico è più che sufficiente dal momento che si definisce tale anche in base alla potenza che è in grado di produrre. Con micro idroelettrico ci si riferisce ad impianti con meno di 15 KW di potenza, sufficiente quindi per abitazioni private.

Quali sono i benefici di questo tipo di impianto?

Ci sono due tipi di benefici che saltano subito agli occhi. Economici e ambientali.

Per quanto riguarda i primi senza dubbio il più importante è che il tempo di ritorno dell’investimento è compreso fra i 5 ed i 10 anni, a seconda delle dimensioni dell’impianto.

Per quanto riguarda invece i benefici ambientali ci teniamo a sottolineare che la produzione di energia elettrica attraverso impianti idroelettrici esclude l’utilizzo di qualsiasi combustibile, quindi azzera le emissioni in atmosfera di gas a effetto serra e di altri inquinanti.

Conclusioni

Al contrario dei pregiudizi che di solito accompagnano qualsiasi tecnologia adattata, il micro idroelettrico domestico è una soluzione praticabile e vantaggiosa, sia dal punto di vista economico che dal punto di vista della sostenibilità ambientale. Ovviamente però devono essere rispettati dei requisiti minimi prima di poterlo installare!

Se ancora sei scettico su questo tipo di tecnologia per la produzione di energia elettrica da utilizzare nella tua abitazione ti invitiamo a scoprire i suoi vantaggi contattandoci cliccando qui richiedendo tutte le informazioni di cui ha bisogno oppure per avere per avere un preventivo personalizzato.

.

Super detrazioni ed Ecobonus 110% come funzionerà

Super Detrazioni ed Ecobonus 110%

Super Detrazioni ed Ecobonus 110%

Quanto dureranno queste Super Detrazioni ed Ecobonus 110%

Manca solo la pubblicazione in gazzetta ma ormai ci sono punti certi che ci consentono di fare chiarezza su quali saranno i termini temporali di queste agevolazioni. Super Detrazioni ed Ecobonus al 110% è arrivato finalmente il momento di partire! L’arco temporale va dal 1 Luglio 2020 al 31.12 del 2021. La notizia sta circolando da qualche giorno ma ormai tutti hanno compreso che non si tratta di una bufala. Queste Super Detrazioni e questo Ecobonus al 110% danno un vantaggio inatteso per tutti coloro che vogliono riqualificare i propri immobili. Ci saranno però dei limiti di spesa sia quantitativi che qualitativi. Gli interventi dovranno essere abbinati e dovranno garantire un aumento di al meno 1 classe energetica dell’edificio.

Lo stato pagherà veramente i nostri lavori di riqualificazione?

La buona notizia è che la risposta è affermativa! Super Detrazioni ed Ecobonus al 110%, lo stato, attraverso l’agenzia delle Entrate pagherà i nostri lavori di riqualificazione. Ma non saranno incentivi illimitati bensì ci sarà un tetto. Si parla di 30.000 euro per le riqualificazioni termiche e 48.000 per gli impianti fotovoltaici. Cifre che però possono garantire importanti investimenti sul nostro territorio. Lo strumento con il quale si potrà godere di questi interventi è la cessione del credito che renderà possibile all’impresa di incassare tutte le somme. Ci sarà anche una seconda opzione ossia quella dello sconto in fattura ossia sarà direttamente l’impresa ad ottenere uno sgravio fiscale pari all’importo dei lavori.

Cosa manca per rendere attuativo il Decreto?

Per quanto la notizia sia certa e siano state pubblicate dalle principali fonti le bozze del decreto va attesa la pubblicazione per Lunedì 18 Maggio. Seguirà entro 30 giorni una direttiva o meglio una nota esplicativa dell’agenzia delle entrate che darà le modalità operative con cui Banche, aziende ed istituti potranno utilizzare questi crediti. La comunicazione con gli enti sicuramente sarà possibile solo per via telematica. Non mancherà come obbligo un visto di conformità ed anche strumenti di copertura assicurativa.

Cosa sarà agevolato?

Non tutti i lavori sono agevolabili al 110%. Vediamo nel dettaglio le Super Detrazioni ed Ecobonus al 110%. Per tutti coloro che vogliono solo realizzare un intervento, ad esempio la coibentazione non ci sarà accesso al 110%. L’ottenimento delle agevolazioni con intensità al 110 sarà possibile solo se combinate con interventi che vengono definiti trainanti. Tra gli interventi trainanti ci sono la realizzazione di impianti fotovoltaici, impianti con sistemi di accumulo, gli impianti con colonnine di ricarica. la definizione precisa di impianti trainanti sarà comunque nota nel testo definivo del decreto.

A cosa serve la cessione del credito?

L’importante novità della Cessione del Credito mette tutti coloro che vogliono realizzare un intervento nelle condizioni di pagare le somme con il Credito ottenuto. Ci sono però importanti distingui. Qualora non si vogliano realizzare più interventi si potrà godere delle vecchie agevolazioni al 50% o 65% ottenendo uno sconto in fattura si potrà pagare solo la parte restante. Il Credito ed Ecobonus sono utilizzabili per condomini e prime case.

Il contributo di Valore Energia nel settore efficienza energetica

La nostra azienda è stata tra le prime, ancora prima dei grandi gruppi, ad utilizzare lo sconto in fattura. E’ sempre stata una nostra priorità quella di utilizzare i contributi per abbassare il costo degli investimenti. La nostra esperienza è iniziata con il Conto Termico ed è continuata con lo sconto in fattura. Un modello di vendita innovativo che ci ha consentito di crescere con importanti risultati e con la gestione di un’operatività capillare su tutta Italia.

Cosa fare se voglio subito iniziare?

Come sempre farsi trovare pronto è una mossa vincente! Si scateneranno tutti come era prevedibili e siamo a ridosso dei mesi estivi. Sicuramente possiamo cominciare con la parte autorizzativa che comporterà tempi morti. Vi consigliamo di prendere contatto con i nostri consulenti che vi guideranno nella preventivazione, scelta ed in tutte le fasi che precedono i lavori ed anche in fase

Numero verde per Super Detrazioni ed Ecobonus

di realizzazione. Non esitate a chiamarci abbiamo un numero Verde dedicato.

Se vuoi rimanere informato sulle novità puoi sempre iscriverti alla nostra news letter e ricevere sempre aggiornamenti.

#gates-custom-63df297b54f3c h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b54f3c h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b54f3c h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Scarica la nostra guida gratuita sul Superbonus 110%!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

Appena approvato il nuovo Ecobonus 110 % al sostegno dell’edilizia

Alla scoperta del nuovo ecobonus 110 % appena approvato dal governo Italiano dopo l’emergenza Coronavirus

Ecobonus al 110 %, proprio come per il Sismabonus. Sono queste le due novità più importanti del Decreto Rilancio che è stato annunciato il 13 maggio 2020 dal premier Giuseppe Conte. Il Decreto Rilancio, o altrimenti detto Maggio, contiene un vero e proprio pacchetto di interventi “sulla casa” veramente sostanzioso. Misure che puntano a far ripartire il settore edilizio dopo questi mesi di lockdown dovuti all’emergenza coronavirus.

Quella di questo decreto è una svolta radicale per quanto riguarda il funzionamento di ecobonus e sismabonus dal momento che verranno portati fino al 110 % della spesa sostenuta. Un notevole aumento quindi rispetto al 65 %, il tetto massimo che era previsto fino a questo momento. Un bonus che noi di Valore Energia, ci auguriamo possa segnare una svolta green nel mondo dell’edilizia.

Questa novità merita di essere approfondita adeguatamente, cerchiamo quindi di fare chiarezza. Questi sono i punti principali di questo decreto ecobonus al 110 % che danno accesso ad incentivi sui lavori di efficientamento energetico.

Le novità principali dell’ecobonus 110 %: prima e dopo

L’ecobonus sull’efficientamento energetico degli edifici rappresenta ad oggi, come abbiamo scritto poco prima, una detrazione massima pari al 65 % del totale. Si tratta inoltre di una detrazione che è recuperabile tramite la sua dilazione in 10 anni e che riguarda solo alcuni tipi di interventi come ad esempio la coibentazione tecnica degli edifici oppure la sostituzione di una vecchia caldaia con una nuova a condensazione o con pompa di calore. Per tutti gli altri tipi di lavori, il bonus fin qui erogato scende al 50 %.

Grazie al nuovo decreto del governo Conte tutto ciò cambierà radicalmente.

La prima grande novità di questo provvedimento riguarda l’aliquota di detrazione. Se prima era del 65% ora invece è stata portata al 110 %!

Inoltre viene ampliato il numero di interventi a cui può essere applicata. Gli interventi di riqualificazione energetica previsti vanno dall’installazione di pannelli solari o fotovoltaici, al rifacimento delle facciate (sulle quali al momento c’è un bonus al 90%), alla sostituzione delle finestre.

Condizioni di accesso all’Ecobonus 110 %

Le condizioni per accedere a questi bonus al contrario di quanto si possa pensare non sono molte. Questa volta sembra davvero che la burocrazia non la farà da padrone. Anzi, a dire il vero la condizione necessaria all’accesso è soltanto una: la seguente. Nei lavori di efficientamento energetico dell’edificio deve essere incluso anche almeno uno dei seguenti interventi: cappotto termico dell’edificio, caldaia a condensazione o caldaia a pompe di calore-

Validità dell’ecobonus 110%.

L’ecobonus al 110 % sarà valido sulle spese sostenute a partire dal 1°luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021 e la detrazione si potrà recuperare in 5 rate annuali di pari importo.

Cessione del credito e sconto in fattura: le vere novità

A questo punto entrano in gioco due opzioni: la cessione del credito o lo sconto in fattura. Ed è proprio qui, oltre che nell’aumento dell’aliquota e nell’inclusione dei “lavori minori”, che risiede la principale novità del decreto.

In particolare, per quanto riguarda la cessione del credito, la novità è che potranno avvalersi di questa opportunità tutti i contribuenti.

Per quanto riguarda lo sconto in fattura la vera novità è che questo sconto potrà essere fino al 100 % della fattura del costo dei lavori. In sostanza quindi i lavori di efficientamento energetico non costeranno un euro!
Di fatto sarà l’impresa che effettua i lavori ad anticiparne il costo applicando lo sconto del 100 %, in cambio riceverà però un credito d’imposta del 110 % che a sua volta potrà cedere a banche ed altri soggetti.

Se questo articolo è stato di tuo gradimento ricordati di iscriverti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime novità riguardanti sia le detrazioni fiscali che le novità del settore dell’efficientamento energetico!

#gates-custom-63df297b5abe9 h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b5abe9 h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b5abe9 h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Scarica la nostra guida gratuita sul Superbonus 110%!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

Riduzione dei consumi grazie ai kit Valore Energia

Valore Energia è un progetto nato per soddisfare soddisfare tutte le esigenze di efficientamento del settore domestico e dei piccoli business. Il nostro staff ha costruito dei pacchetti che contengono una vasta offerta di impianti chiavi in mano in grado di soddisfare le esigenze di famiglie e piccole imprese.

Grazie al nostro servizio di check up Valore Diagnosi Energia siamo in grado di individuare l’offerta giusta per te. Puoi scegliere se ricevere una visita di un nostro addetto che raccoglierà  le informazioni salienti, un sopralluogo virtuale o scaricare la nostra app Valoreenergia dal tuo store. Saremo in grado di farti una consulenza gratuita attraverso la quale potrai apprendere come pagare i tuoi investimenti con gli incentivi statali e, soprattutto, potrai scoprire quanto risparmierai ogni mese con il tuo nuovo impianto!
Risultati garantiti e, inoltre, i soldi degli incentivi li anticipiamo noi.

Valore Energia: disponibili 5 differenti Kit

Valore Energia si distingue in 5 KIT: Kit Valore Biomassa, Kit Valore Energia, KIT valore risparmio, Kit valore Solare e Kit fotovoltaico.

  • Il Kit Valore Biomassa  fa parte delle soluzioni termiche e contiene tutti gli investimenti come stufe, caldaie a pellet ed a legna, sia idro che ventilate o canalizzate.
  • Il Kit Valore Energia contiene soluzioni sia termiche che elettriche come caldaia + scaldaacqua, caldaia + Scaldaacqua ed impianto fotovoltaico, Caldaia + solare termico + Fotovoltaico
  • Il KIT Valore Risparmio è un Kit che contiene pompe di calore con diverse peculiarità  in abbinamento con un impianto fotovoltaico di varie dimensioni.
  • Il Kit Valore Solare è il Kit dedicato a chi vuole installare un impianto solare termico.
  • Il KIT Valore Fotovoltaico è un Kit dedicato a coloro che vogliono installare un impianto fotovoltaico.
#gates-custom-63df297b6193a h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b6193a h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b6193a h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Ottieni tutte le informazioni di cui hai bisogno!


Compila il form e verrai ricontattato da un nostro consulente nel giro di qualche giorno!
  • Se selezioni si, ricordati di cliccare sul link che apparirà su questa pagina dopo che avrai avrai completato questo modulo!

Valore Energia: efficietamento domestico e nel piccolo business

Il progetto Valore Energia è un pacchetto costruito dal nostro staff per soddisfare tutte le esigenze di efficientamento nel settore domestico e di piccoli business. Abbiamo costruito per te alcuni pacchetti basati sulle esigenze domestiche e delle piccole imprese. Grazie al nostro servizio di check up Valore Diagnosi Energia individueremo quale, tra le tante offerte, è quella giusta per te. Questo servizio è stato studiato con lo scopo di orientare l’utente verso una corretta soluzione di efficientamento domestico. Puoi scegliere, su questo link, tra una visita di un nostro addetto che raccoglierà  le informazioni salienti o su questo link, un sopralluogo virtuale oppure puoi scaricare la nostra App Valoreenergia dal tuo store e compilare il form per richiedere un preventivo per qualunque intervento di efficientamento domestico.

Ti proponiamo una consulenza gratuita attraverso la quale potrai apprendere come pagare i tuoi investimenti con gli incentivi statali e, soprattutto, potrai scoprire quanto risparmierai ogni mese con il tuo nuovo impianto (a proposito di risparmio, leggi qui delle utili informazioni su come risparmiare in caso di ristrutturazione della casa).
Inoltre, i soldi degli incentivi li anticipiamo noi, tu pagherai solo l’installazione. E per approfondire maggiormente tutti gli aspetti qui citati, ti invitiamo a cliccare qui per saperne di più sulla nostra etica professionale.

Valore Energia: 5 i kit disponibili

Valore energia si distingue in 5 Kit: Kit Valore Biomassa, Kit Valore Energia, Kit Valore Risparmio, Kit Valore Solare, Kit Valore Fotovoltaico.

  • Il Kit Valore Biomassa contiene tutti gli investimenti come stufe, caldaie a pellet ed a legna, sia idro che ventilate o canalizzate.
  • Il Kit Valore energia contiene più componenti per ogni esigenza termica ed elettrica come caldaia + scaldaacqua, caldaia + scaldaacqua ed impianto fotovoltaico, caldaia + solare termico + fotovoltaico.
  • Il Kit Valore Risparmio è un Kit che contiene pompe di calore con diverse peculiarità  in abbinamento ad un impianto fotovoltaico di varie dimensioni.
  • Il Kit Valore Solare è dedicato a chi vuole installare un impianto solare termico.
  • Il Kit Valore Fotovoltaico è dedicato invece a coloro che vogliono installare un impianto fotovoltaico.
#gates-custom-63df297b67cc3 h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b67cc3 h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b67cc3 h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Ottieni tutte le informazioni di cui hai bisogno!


Compila il form e verrai ricontattato da un nostro consulente nel giro di qualche giorno!
  • Se selezioni si, ricordati di cliccare sul link che apparirà su questa pagina dopo che avrai avrai completato questo modulo!

Pompe di calore: cosa sono e le caratteristiche da valutare

Partiamo dal basso! La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia termica da una sorgente a temperatura più bassa ad una sorgente a temperatura più alta, utilizzando differenti forme di energia.
Installare una pompa di calore nella tua abitazione potrebbe essere una buona scelta. Non tutti però sanno che i risparmi che ci prospettano non sempre si verificano effettivamente, in quanto esistono variabili che influiscono in modo importante sul rendimento di queste macchine.

Riscaldamento con pompe di calore: gli aspetti da valutare

In primo luogo va valutato cosa deve fare questa pompa di calore e soprattutto qual è lo stato dell’arte del tuo impianto.
Hai un impianto a pavimento? Hai un impianto di radiatori? Di ghisa o alluminio?
Dovrà  alimentare solo il tuo riscaldamento o anche l’acqua calda sanitaria?
Le cose cambiano e molto!

La temperatura esterna e l’umidità  dell’aria sono altri importanti elementi di cui tener conto. Una pompa di calore ha dei limiti di potenza e se non vuoi rimanere al freddo devi fare molta attenzione. Dimensionare la macchina e, soprattutto, interfacciarla con il tuo attuale impianto sono i primi passi per ottenere ottimi risultati.
Va tenuto in considerazione che una pompa di calore è alimentata ad energia elettrica, pertanto, il suo utilizzo prevede un consumo energetico che aumenterà !

In genere molti operatori del settore propongono di installare una pompa di calore in grado di erogare la stessa potenza del tuo attuale impianto. Ma il tuo contatore elettrico sarà  in grado di alimentare le tue utenze attuali più la nuova pompa di calore? Non è sempre corretto sostituire la caldaia perchà© potresti rimpiangerla.

Grazie alla nostra esperienza (clicca qui e scopri di più su come agiamo) ed al confronto con studi tecnici siamo in grado di garantirti gli stessi risultati con dei risparmi certi (scopri qui i nostri Kit Valore Energia). Ogni impianto ha caratteristiche differenti e questo di certo fa la differenza.

#gates-custom-63df297b6db8e h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b6db8e h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b6db8e h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Compila il form con i tuoi dati!


Compila il form con i tuoi dati e scarica la nostra guida gratuita!

I segreti dell’efficienza domestica

Si parla molto di Efficienza Energetica e spesso chi lo fa non è uno specialista magari è un bravo professionista specializzato come un installatore che vende caldaie, un installatore di pompe di calore, un installatore di impianti fotovoltaici. L’Efficienza Energetica non è il risultato di punto di vista parziale ma piuttosto di una visione di insieme. Fare Efficienza Energetica può significare prevedere più interventi anche temporalmente differiti.

Efficienza energetica: gli aspetti da tenere in considerazione

L’efficienza energetica è un vestito su misura a partire dal tuo piccolo impianto domestico fino ad arrivare ad una grande azienda e, soprattutto, è un risultato che si ottiene sommando più componenti: i tuoi investimenti (quelli giusti!), le tue abitudini e il costo dell’energia che consumi.

Le tue abitudini

Quando si sceglie vanno tenuti in considerazione molti aspetti, quelli tecnici, quelli economici, quelli finanziari ed anche i cambiamenti quotidiani che il tuo investimento ti impone. Basti pensare ad un impianto fotovoltaico, ad una pompa di calore o ad un bollitore. Le tue abitudini influenzano molto i tuoi consumi e questo è un aspetto che va tenuto in considerazione. Quando facciamo una scelta dobbiamo tenerne conto.

Specializzazione del partner prescelto

Molti operatori sono specializzati e non nel settore finanziario o semplicemente vendono un prodotto finanziario quindi tendono a dare al cliente un punto di vista limitato. Conoscere tecnicamente i prodotti ed i contributi presenti sul nostro territorio significa che i nostri clienti non dovranno anticipare soldi che magari non hanno e questo oggi fa la differenza . Non si tratta solo di calcolare gli interessi, ma questo spesso fa la differenza tra un impianto realizzato ed un impianto che vorremmo realizzare ma che non ci possiamo permettere!
Non esistono tuttologi, anzi diffidate. Specializzarci è la soluzione e la miglior garanzia per un ottimo risultato. Gli operatori del settore e gli installatori però sono una catena dell’Ingranaggio dell’Efficienza Energetica molto importante perchè determinano il risultato del nostro investimento!

L’efficienza parte dal ripensare qualcosa nell’ottica di un cambio tecnologico che oggi ci consente di ottenere risultati migliori. Per questo chi lo fa deve avere un approccio specialistico e per lo stesso motivo il cliente è chiamato non solo a scegliere cosa installare ma anche qual è il partner con cui fare un investimento così importante.

Valuta sia i costi che la professionalità

Oggi quando si decide di cambiare si deve valutare quanto costa il cambiamento e spesso ci troviamo a fare scelte che non migliorano la nostra vita ma la peggiorano. Installiamo un impianto fotovoltaico e poi ci troviamo a scoprire che non funziona ed ci ricordiamo che quel mese dobbiamo pagare il finanziamento ed una bolletta salata! Una bolletta in ritardo non avrà  mai l’effetto di una rata non pagata! Questo è un buon motivo per scegliere con più attenzione.

Avere delle conoscenze tecniche ti aiuterà  a scegliere, ma la miglior cosa che puoi fare è comprendere chi è in grado di garantirti la professionalità  (scopri qui la nostra etica professionale) che ti serve per risparmiare e rispettare di più l’ambiente che ti circonda. .

Controlla i tuoi consumi

Controlla i tuoi consumi. Se sono bassi e se non superano i 1200/1500 euro annui per te l’unico modo è agire sulle tue abitudini. Cambiare abitudini può portarti un risparmio fino al 20%. Inoltre, se vuoi divertirti a controllare i tuoi consumi ci sono strumenti gratuiti ed alla portata di tutti come il portale di Enel Distribuzione che ti fornisce dati fino a 6 mesi antecedenti al controllo.

Se poi i tuoi consumi sono superiori, allora vale la pena fare un’analisi su cosa li genera e su cosa fare per ridurli. Se hai climatizzatori, frigoriferi, congelatori, asciugartici ed una cosa di dimensioni importanti sai già che devi agire verso un’altra direzione.

Come dimensionare un nuovo impianto

Dimensionare un nuovo impianto non è un lavoro banale perché ci sono implicazioni spesso complesse.

Consumi termici

Iniziamo dai consumi termici. Oggi hai una caldaia ed hai una bolletta. Procurati una bolletta e verifica la quantità  dei tuoi consumi. Mi raccomando: leggi il consumo reale non quello presunto. Come prima cosa dovresti comprendere quanto realmente della tua potenza termica installata viene consumata, quindi ti serve di sapere quanti radiatori hai e di che materiale sono. Hai un riscaldamento a pavimento? In che anni è stato costruito il tuo immobile?

Ognuna di queste informazioni ci da un’indicazione, con interasse, altezza e materiale dei tuoi radiatori comprendiamo quanta potenza termica ti serve. Sicuramente intervenire sull’isolamento del tuo immobile è certamente più costoso che intervenire sulla tipologia di combustibile che usi o semplicemente installare un impianto più efficiente ma questo è un passaggio a cui arriveremo.

Ci serve di sapere anche quando ti riscaldi e le temperature medie del luogo dove abiti. Confermata che la potenza installata sia corretta e non sottodimensionata o sovradimensionata passiamo a comprendere come poter ridurre i tuoi consumi.

Una pompa di calore in genere restituisce 4 kw termici ogni kw elettrico utilizzato, quindi può essere una soluzione. Ci sono però delle variabili. La pompa di calore ha un consumo elettrico quindi non tutto quello che risparmi di Gas va considerato perché aumenterà  il tuo consumo elettrico. Va da se che se hai un impianto FTV la pompa di calore sicuramente è una delle soluzioni più papabili.

Ricorda che sul consumo della tua pompa incide molto anche l’umidità  dell’aria che impone alla pompa di utilizzare più energia, pertanto se la potenza installata è al limite dei tuoi utilizzi dobbiamo valutare bene se procedere verso questa direzione.

Possiamo pensare di cambiare combustibile della tua caldaia ma anche in questo caso dobbiamo valutare cosa comporta e quali cambiamenti quotidiani comporta, se la caldaia che possiamo installare ha le stesse caratteristiche e poi dobbiamo comprendere quanto risparmio questa operazione genera.

Consumi elettrici

Per quanto concerne i consumi elettrici la situazione è un po diversa. Posto che essi probabilmente derivano da alcuni dei tuoi elettrodomestici, se essi sono già  di recente acquisto la riduzione più immediata è dipesa dalle tue abitudini che puoi modificare al fine di gettare via meno risparmi possibili.

Se hai climatizzatori e congelatori o frigoriferi forse dovresti valutare di realizzare un impianto fotovoltaico. Per fare questa valutazione ti serviranno le tue bollette possibilmente di 1 anno, meglio ancora se hai i tuoi consumi scaricati dal programma del tuo distributore elettrico. Accumulare energia ancora oggi è un investimento troppo oneroso per il costo che l’energia troppo basso nelle ore in cui tu potresti sfruttare l’energia immagazzinata.

Come coprire i tuoi investimenti

Per coprire i tuoi investimenti, oltre che trovare uno specialista, devi tenere in considerazione:

  • Detrazioni fiscali;
  • Contributi a fondo perduto;
  • Forme di finanziamento classiche;

In Italia oggi abbiamo il Conto termico ed abbiamo alcuni strumenti per le detrazioni fiscali che nel caso di soggetti non capienti (ossia coloro che non hanno tasse da pagare) si possono anche cedere secondo le nuovi disposizioni di legge.

Abbiamo scritto per te un manuale che potrai scaricare per ottenere un risparmio in bolletta seguende poche e semplici regole. Puoi scaricarlo a questo link oppure puoi calcolare il tuoi risparmi se decidi di acquistare una delle nostre soluzioni.

Se desideri ricevere più informazioni puoi iscriverti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle nuove opportunità.

#gates-custom-63df297b73f7b h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b73f7b h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63df297b73f7b h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Ottieni tutte le informazioni di cui hai bisogno!


Compila il form e verrai ricontattato da un nostro consulente nel giro di qualche giorno!
  • Se selezioni si, ricordati di cliccare sul link che apparirà su questa pagina dopo che avrai avrai completato questo modulo!

Vai alla chat
Hai bisogno di aiuto?
Benvenuto in Valore Energia
Ciao,
Come possiamo aiutarti?